Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > documentazione > agrometeorologia > indice di Huglin

Indice di Huglin

L’indice bioclimatico di Pierre Huglin (IH) nacque con lo scopo di migliorare la validità nell’impiego delle somme termiche in viticoltura, e va ad integrare le considerazioni derivanti dall’analisi dell’Indice di Winkler. In base al principio che le temperature notturne non hanno alcun effetto sull’attività fotosintetica, quest’indice prende in considerazione solamente le sommatorie delle temperature attive durante il periodo giornaliero, quando cioè la fotosintesi clorofilliana ha effettivamente luogo, per questo l’indice di Huglin è anche chiamato indice “eliotermico”.

Huglin dovette impiegare nella valutazione delle potenzialità termiche, le temperature medie e massime giornaliere del semestre 1° Aprile - 30 Settembre (nel nostro emisfero). L’indice considera anche la lunghezza del periodo diurno, attraverso un coefficiente moltiplicatore (K) che, tra 40° e 50° di latitudine, varia tra 1,02 e 1,05 (1,02 in Sardegna).
Huglin osservò che per alcuni vitigni, impiegando tale indice, si otteneva un netto miglioramento delle correlazioni tra la somma delle temperature attive ed il tasso zuccherino: il valore medio del coefficiente di correlazione è stato, infatti, aumentato passando da 0,71 per l’indice di Winkler a 0,86 per quello di Huglin.

Oggi quest’indice è ritenuto particolarmente idoneo alla descrizione delle zone collinari, caratterizzate da forti escursioni giornaliere, in quanto le sole temperature medie non tengono conto completamente delle effettive ore di attività fotosintetica della vite. I limiti per la viticoltura si collocano, secondo l’autore, tra valori 1400 e 2400.
Secondo altri autori il limite superiore dovrebbe essere incrementato fino a circa 3000 considerando che zone viticole prestigiose come quelle di Jerez hanno valori intorno a 2700 HI. Anche il limite inferiore andrebbe ridotto a 1200 come riportato in tabella.
Il calcolo dell’indice si ottiene dalla formula:

equazione

dove:
Tmed: temperatura media giornaliera (°C);
Tmax: temperatura massima giornaliera (°C);
K: coefficiente moltiplicatore.

Obiettivo vitivinicoloIndice IH
Vini spumanti1200-1500
Vini da tavola leggeri1300-1500
Vini da distillazione1500-2000
Vini da tavola superiori1500-2000
Vini molto alcolici o da dessert2000-2800
Uve da tavola precocissime1200-1500
Uve da tavola precoci1200-1500
Uve da tavola I e II epoca1500-1750
Uve da tavola III e IV epoca1750-2000
Uve da tavola tardive2000-2800
Uve da essiccare2000-2800
Relazione fra obiettivo vitivinicolo di riferimento
e relativi valori dell’Indice IH



Argomenti correlati
i nostri servizi>sistema informativo territoriale>indici ambientali>indici agroclimatici ed ambientali



dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche