Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > miscellanea > CERU (Corretta Esposizione alla Radiazione Ultravioletta)

CERU (Corretta Esposizione alla Radiazione Ultravioletta)
Pagina precedente Indice Pagina successiva


2.4. Variabilità giornaliera e stagionale del flusso UV al suolo

Ovviamente il flusso di radiazione UV, così come tutta la radiazione solare, è soggetto ad una fortissima variazione sia giornaliera che stagiona. Valori tipici alle nostre latitudini sono riportati nella figura 7. Il flusso UV è stato calcolato a diverse ore del giorno nella località di Cagliari sia per il solstizio d'inverno che per quello d'estate, che rappresentano rispettivamente il minimo ed il massimo momento di irraggiamento nel corso dell'anno. Le figure 7c e 7d, che riportano la sola componente UV-B, mostrano come in ogni caso questa che è per noi la radiazione sicuramente più pericolosa, dipenda fortemente dalle condizioni dello stato di ozono, variando di oltre il 100% nel caso si passi da un livello di ozono molto alto (400 DU) ad un livello minimo (200 DU).

Figura 7 - Variabilità giornaliera dell’irraggiamento in UV
Figura 7 - Variabilità giornaliera dell’irraggiamento in UV:
a) irraggiamento in UVA+UVB il 21 dicembre con uno spessore di ozono di 300DU;
b) come a) per il 21 giugno;
c) irraggiamento medio in UVB il 21 dicembre con uno spessore di ozono di 200DU (rosso), 300DU (verde) e 400DU (blu);
d) come c) per il 21 giugno.
Pagina precedente Indice Pagina successiva




dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2020 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | statistiche