Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > miscellanea > irrinet sardegna - un servizio di assistenza all'irrigazione in ambiente internet

IRRINET Sardegna - Un servizio di assistenza all'irrigazione in ambiente internet
Pagina precedente Indice Pagina successiva


4.1 Calcolo dei consumi idrici

Per la stima dei consumi idrici si applicano i coefficienti colturali all’evapotraspirazione di riferimento (ET0 * Kc). In particolare, per quanto riguarda l’evapotraspirazione, un apposito programma fornisce giornalmente i valori calcolati col metodo Penman-Monteith per ciascuna stazione della rete SAR.
Per l’evapotraspirazione prevista, allo stato attuale si applica la formula di Hargreaves con radiazione solare stimata e con i valori di temperatura minima e massima previsti, derivanti dalle metodologie di post-elaborazione del settore meteo del SAR. Un prossimo miglioramento di questa componente si avrà con l’entrata in fase operativa di un “modello previsionale ad area limitata” che consentirà di avere i valori previsti di tutti quei parametri necessari per l’utilizzazione del metodo Penman-Monteith.
I consumi idrici colturali così calcolati (ETc), in condizioni di stress idrico vengono progressivamente ridotti in relazione all’umidità del terreno, alla domanda evapotraspirativa atmosferica ed al tipo di coltura, secondo la metodologia FAO. Le condizioni di carenza idrica sono determinate attraverso il calcolo dell’Uz che rappresenta limite inferiore della riserva facilmente utilizzabile. Per valori di umidità inferiori a tale soglia l’evapotraspirazione (effettiva - ETe) si riduce secondo la relazione:

ETe = (Etm - Etapa) * [(Us - Pa) / (Uz - Pa)]

dove:
Us: umidità del suolo;
Pa: punto di appassimento dello strato radicato;
Zmed: rapporto tra RFum/Ru;
Uz = Pa + Ad * (1 - Zmed): umidità al di sotto della quale si esaurisce la riserva facilmente utilizzabile;
Ad = Cc - Pa: Acqua disponibile dello strato radicato;
Cc: Capacità di campo dello strato radicato;
Pa: Punto di appassimento dello strato radicato;
Etapa = 0.15 * Et0: Evapotraspirazione al punto di appassimento.

Nella stima dei consumi idrici delle colture arboree, inoltre, è previsto l’utilizzo di appositi coefficienti che tengono conto della variabilità legata ad alcuni fattori colturali (età dell’impianto, conduzione dell’interfilare, densità di piante, etc.), i quali vengono applicati all’evapotraspirazione effettiva calcolata con la metodologia esposta in precedenza.
Pagina precedente Indice Pagina successiva




dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche