Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > note tecniche > i fabbisogni idrici colturali determinati nel settennio....

I fabbisogni idrici colturali determinati nel settennio 1995-2001 secondo la metodologia FAO
Pagina precedente Indice Pagina successiva


ALLEGATO B - PIOGGE UTILI, IL METODO USDA

La procedura adottata per la stima delle piogge utili è stata sviluppata dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, Servizio per la conservazione del suolo (USDA - SCS), attraverso l’elaborazione congiunta di serie storiche di dati climatici e di valori di umidità del terreno relative a 22 stazioni sperimentali, caratterizzate da differenti condizioni climatiche e pedologiche.
Tale metodo si basa su un’espressione empirica che determina la quota delle precipitazioni totali consumate per evapotraspirazione, con riferimento ad una data riserva idrica utilizzabile (RU), intendendo con essa il contenuto idrico compreso tra il punto di appassimento e la capacità di campo, limitatamente allo strato di terreno occupato dalle radici.

L’espressione per il calcolo è la seguente

Pu = fc [1,253 x P0,824 - 2,935] x 10(0,001 ET)

in cui

fc è il fattore di correzione che dipende dalla riserva idrica utilizzabile; assume il valore 1 per la condizione pedologica standard, caratterizzata da una riserva utilizzabile di 150 mm per metro di suolo ed una profondità radicale di 50 cm, equivalente pertanto ad una riserva utile pari a 75 mm
P è il valore delle precipitazioni totali mensili (mm)
ET rappresenta l’evapotraspirazione totale mensile (mm)

Nella tabella B1 si riportano alcuni valori di pioggia utile in relazione a determinate coppie di valori pioggia-evapotraspirazione.

Tabella B1 - Valori di pioggia utile mensile in relazione a determinate coppie di valori pioggia-evapotraspirazione
Evapotraspirazione mensile [mm]Pioggia mensile [mm]
12.525.037.550.062.575.087.5100.0112.5125.0137.5150.0162.5175.0187.5200.0225.0250.0
Pioggia utile mensile [mm]
25.0 7.515.022.525.0              
50.0 8.016.224.032.239.746.250.0           
75.0 8.717.526.234.542.549.756.763.770.575.0        
100.0 9.018.027.535.744.552.760.267.775.081.588.795.2100.0     
125.0 9.218.528.236.746.055.063.772.080.287.795.2102.0109.0115.0121.0125.0  
150.0 10.019.729.239.048.557.566.074.282.590.598.7106.0113.0120.0126.0133.0144.0150.0
175.0 10.520.530.540.550.560.269.778.787.295.7104.0112.0120.0127.0134.0140.0151.0161.0
200.0 11.222.033.043.753.763.773.783.092.7102.0111.0120.0128.0135.0142.0148.0160.0170.0
225.0 11.724.536.247.057.567.577.787.798.0108.0118.0127.0135.0143.0151.0158.0171.0183.0
250.0 12.525.037.550.062.573.784.595.0105.0115.0126.0136.0145.0154.0161.0168.0182.0194.0

Per la calibrazione dei valori riportati a condizioni pedologiche differenti da quella standard, è necessario calcolare il coefficiente correttivo (fc) che varia in funzione della RU, secondo la relazione

fc = -0,0000000015823427 x RU4+0,0000008546904017 x RU3-0,00017 x RU2+0,01556 x RU+0,4783

Nella tabella sottostante vengono riportati alcuni valori del coefficiente fc corrispondenti ad alcuni valori di RU

  RU  203040506075100125150175200
  fc  0.730.810.880.930.961.001.021.041.061.071.08

Se, ad esempio, la precipitazione mensile è pari a 100 mm, l’evapotraspirazione mensile è 125 mm e la riserva idrica utilizzabile che può essere immagazzinata nel terreno (RU) è = 75 mm, la tabella B1 indica una pioggia utile di 72 mm; se RU è diverso da 75 mm, il valore va corretto moltiplicando il dato ricavato precedentemente, per un valore correttivo (fc). Così, ad esempio, con RU = 125 mm, Pu = 72 x 1.04 = 74.88.
Pagina precedente Indice Pagina successiva




dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2019 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche