Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > riepiloghi mensili > aprile 2001

Riepilogo mensile meteorologico di aprile 2001

Situazione generale
Il mese in esame è stato caratterizzato dal susseguirsi di diverse strutture depressionarie alle quali, solo per brevi periodi, si sono alternati deboli campi anticiclonici. L'area depressionaria, che ha interessato l'isola nella prima settimana, presentava un minimo chiuso al suolo sull'Italia meridionale. Quest'ultimo ha determinato precipitazioni anche moderate nella parte nord-orientale della Sardegna.
Dopo una lieve e temporanea attenuazione dei fenomeni martedì 10, una nuova area ciclonica sull'Europa centro-settentrionale ha causato un consistente aumento delle nubi, che il 12 sono state accompagnata da piogge anche intense e forti venti di maestrale.
Dal 14 lo scenario meteorologico ha visto la presenza di un esteso ciclone sull'Europa compreso tra due anticicloni; uno sul nord-Atlantico e uno sulla Siberia. Tale circolazione ha convogliato aria fredda sul Mediterraneo, determinando un sensibile calo delle temperature. Nella serata di giovedì 19, la suddetta area depressionaria è andata approfondendosi sull'Europa mantenendo condizioni fortemente instabili fino a domenica 22.
Successivamente il tempo è decisamente migliorato grazie ad un'alta pressione sul Mediterraneo occidentale. Il cielo è stato sereno o poco nuvoloso anche se flussi nord-africani hanno portato alla formazione di addensamenti di nubi alte. Nella giornata del 27 il formarsi di un centro di bassa pressione sulle coste africane ha interessato, per i restanti giorni del mese, anche la nostra regione apportando nuvolosità alta e deboli precipitazioni.



Considerazioni climatiche
Temperature
Temperatura minima Temperatura massimaLe temperature massime di aprile sono state assolutamente in linea colle medie del periodo, mentre le minime sono state leggermente sotto la media. La variabilità all'interno del mese, invece, è stata piuttosto elevata.
Il periodo più caldo è stato l'ultima settimana del mese, con punte di 30.5°C a Zeddiani il 24, di 29.3°C a Masainas il 25 e valori superiori ai 20°C in entrambi i giorni su quasi tutta la Sardegna (ad eccezione delle zone di montagna). Le giornate più fredde, invece, hanno prevalso nella seconda decade. Il 15 aprile, ad esempio, la minima ha toccato -3.4°C a Illorai, -3.1°C a Giave e -2.1°C a Sadali; nella notte fra il 14 e il 15, quasi un quinto dell'isola è stato interessato da gelate. Nell'arco del mese, altre piccole gelate hanno interessato zone isolate dell'Isola.

Precipitazioni
Precipitazioni PrecipitazioniLe piogge del mese sono state inferiori alla media su tutta l'isola, ad eccezione di una fascia che va dalla Gallura alla Barbagia del Nuorese. In numerose zone costiere, addirittura, i cumulati sono stati inferiori al 40% della media climatica di aprile. La seconda parte della stagione piovosa, che si conclude appunto con aprile, è risultata in controtendenza rispetto alla prima, che era stata molto piovosa sulla metà occidentale della Sardegna. La piovosità, dunque, risulta essersi riequilibrata su quella parte dell'Isola, mentre continua ad essere decisamente carente per la metà orientale, le cui piogge erano state sotto media anche nel trimestre ottobre-dicembre.
Le piogge più abbondanti sono state quelle dell'11 e del 12, quando a Bitti si sono raggiunti i 35.2mm e a Nuoro i 22.2mm. Altre piogge abbondanti sono state quelle dell'8 aprile: 26.2mm a Luras e 25.4mm a Berchidda. Le più intense, infine, sono state quelle del 29 a Benetutti: in quella località fra le 16:00 e le 16:10 sono piovuti 8.2mm.


Umidità relativa
Umidità relativaAnche l'umidità è stata in linea colla media. Il giorno più secco è stato il 26: quel giorno a Villa San Pietro si è misurata un'umidità relativa minima di 11%, a Decimomannu di 19%, e su quasi tutto il resto dell'isola i picchi sono stati inferiori a 40%.

Vento
I venti sono stati generalmente deboli (salvo isolate giornate caratterizzate da vento moderato) prevalentemente di Maestrale (NO) o di Ponente (O). Pochissimi i venti orientali.
Le giornate più ventose sono state l'8 e l'11, con venti medi fino a 10.9 m/s a Putifigari e 10.8m/s a Stintino. Le raffiche più intense sono state registrate il 10 e l'8: 31.2m/s a San Teodoro e 30.0 m/s a Masainas e Domus de Maria.

Frequenza del vento medio giornaliero
Frequenza del vento massimo giornaliero

Radiazione ed eliofania
Radiazione GlobaleFatte salve alcune zone delle coste orientale ed occidentale, che sono risultate particolarmente luminose, la radiazione cumulata sul mese risulta in linea colla media del 1995-2000.
La giornata più luminosa è stata il 24, con valori compresi ovunque fra i 22.0MJ/m2 di Scano Montiferru e i 24.1MJ/m2 di Sadali e Domus de Maria. La giornata più buia, invece, è stata il 12, con valori anche di 3.9MJ/m2 a Bitti e di poco superiori in molte altre parti della Sardegna.
L'eliofania media è stata esattamente in linea colla media (l'anomalia media è stata di solo +1min). La giornata più soleggiata è stata il 24 (12h 55min a Chilivani) e la meno soleggaiata il 10 (6min a Macomer).

Eliofania media 7h 06min
Climatologia 7h 05min
Anomalia media +1min
Media delle ore diurne con cielo coperto 6h 06min
Eliofania massima del mese (24.04.2001) 12h 55min



dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche