Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > riepiloghi mensili > maggio 2001

Riepilogo mensile meteorologico di maggio 2001

Situazione generale
Il mese in esame si è aperto all'insegna del maltempo. Una vasta struttura depressionaria, estesa verticalmente a tutti i livelli, ed estesa orizzontalmente dalla penisola Scandinava fino alle coste mediterranee del Nord-Africa, ha determinato sulla nostra regione condizioni di instabilità con cielo nuvoloso o molto nuvoloso e locali e deboli precipitazioni.
Un'intensificazione dei fenomeni si è avuta nella giornata del 7 con piogge diffuse, anche di moderata intensità, e una sensibile diminuzione delle temperature massime. Tale situazione si è protratta almeno fino all'11 quando un campo di alta pressione in spostamento verso l'Europa centrale, ha favorito un generale miglioramento del tempo.
Il cielo è stato sereno o poco nuvoloso fino domenica 13. Dalla giornata successiva, la situazione atmosferica sulla nostra regione è stata caratterizzata dall'azione combinata del campo anticiclonico sull'Europa centrale e un minimo barico presente al largo delle coste occidentali della penisola Iberica. Le due strutture hanno provocato il passaggio, sul Mediterraneo occidentale, di flussi di aria calda e umida di origine Nord-africana, determinando cielo coperto da nubi alte, locali piovaschi e temperature elevate.
Un peggioramento delle condizioni si è avuto nel periodo tra il 21 e il 26, per lo spostamento della perturbazione atlantica proprio sulla Sardegna: a cielo coperto sono state associate precipitazioni sparse, di forte e fortissima intensità, anche a carattere temporalesco. Gli ultimi cinque giorni del mese in esame, infine, hanno goduto della rimonta dell'anticiclone delle Azzorre che ha favorito cielo prevalentemente sereno e temperature massime ben al di sopra delle medie climatologiche del periodo.



Considerazioni climatiche
Temperature
Temperatura minima Temperatura massimaIl mese di maggio è stato piuttosto caldo. Sia le massime che le minime sono state superiori alla media; le prime, in particolare, hanno registrato un'anomalia media tra +1°C e +2°C, con valori anche superiori nel Campidano e sulla costa nordorientale. Fa eccezione, invece, la zona del Gennargentu le cui temperature sono state in linea coi valori climatici.
I periodi più caldi del mese sono stati due: il 16-19 e il 27-31. Nel primo le temperature hanno raggiunto 35.2°C ad Iglesias, 35.0°C a Benetutti; nel secondo si sono registrati 35.7°C a Jerzu (massima assoluta del mese), 35.4°C a Berchidda e 35.5°C a Oliena. In particolare il 31 maggio le temperature massime hanno superato i 30°C sul 60% della Sardegna.
Sebbene non vi siano state gelate tardive, si sono registrate anche temperature basse. Il 13 a Villanova Strisaili si è avuta una minima di 1.0°C, a Illorai 3.1°C e a Giave 3.2°C. Temperature basse sono state registrate anche l'8 e l'11.

Precipitazioni
Precipitazioni PrecipitazioniLe precipitazioni sono state all'insegna della forte variabilità spaziale. I cumulati hanno superato l'80% della media climatica in una vasta fetta della Sardegna centrale e meridionale; in tutta la fascia montana e pedemontana che va dal Mandrolisai alla Barbagia di Seulo esse hanno anche superato la media per effetto delle abbondanti piogge del 23 e 24. Al contrario, in due territori diametralmente opposti fra di loro (nella parte orientale della Gallura e nel Sulcis) le piogge sono state invece carenti e non hanno raggiunto neanche il 40% della media di maggio. Simili considerazioni si possono fare per il numero di giorni piovosi. Non si deve dimenticare, però, che le piogge di mesi come maggio sono mediamente basse e dunque la presenza di eventi isolati di moderata o forte intensità può portare il balancio ad apparire così anomalo.
Come già detto poc'anzi le giornate più piovose sono state il 23 e il 24. Il massimo in 24 ore è stato registrato a Sadali (59.2mm) e ad Atzara (42.4mm). Si è poi registrato qualche altro evento sporadico, come ad esempio i 28.2mm registrati a Modolo il 7.
Il 24 si sono registrate anche le piogge più intense: 39.4mm fra le 12:40 e le 14:30, di cui 12.4mm fra le 12:50 e le 13:00. Sempre in quel giorno ad Atzara si sono registrati 38.2mm fra le 13:00 e le 14:00.


Umidità relativa
Umidità relativaL'umidità è stata in linea colle medie su quasi tutta l'isola. Fanno eccezione le coste meridionale e occidentale, le cui umidità sono state inferiori alla media.
I giorni più secchi sono stati gli ultimi. Il 31, ad esempio, a Domus de Maria al massima non è mai andata oltre il 45%, mentre il 30 un'umidità massima del 42% è stata registrata a Putifigari. In quei giorni su quasi tutta l'Isola anche le minime sono state basse e non hanno superato il 40% in pochissime località; le punte inferiori sono state di 15% a Chilivani, 17% a Villa San Pietro e Jerzu e 19% a Zeddiani, Milis e Guasila.

Vento
Il vento di maggio è stato generalmente debole. Non ci sono state direzioni prevalenti, ma si sono distribuite in modo alquanto uniforme nei 360°, fatti salvi gli effetto orografici che riparano alcune stazioni rispetto a specifici punti cardinali.
La giornata coi valori più alti è stata il 10: 9.8m/s di media e 24.9m/s di massimo a Domus de Maria. Ventoso è stato anche il 24: 24.9m/s di massima ad Aglientu, 22.5m/s a Scano Montiferru e 21.6m/s a Putifigari.

Frequenza del vento medio giornaliero
Frequenza del vento massimo giornaliero

Radiazione ed eliofania
Radiazione GlobaleNonostante il caldo il mese è stato poco soleggiato sia in termini di ore di insolazione che di radiazione globale. Quest'ultima si è assestata intorno ai 550-580MJ/m2 di cumulato mensile, contro una media sul 1995-2000 di 620-640MJ/m2. Le due fasce costiere sono risultate più luminose rispetto alle coste.
I valori massimi sono stati quelli del 31: su tutta la Sardegna sono stati superati i 24MJ/m2 con un massimo di 27.3MJ/m2 a Sardara e Sadali. I valori minimi sono quelli del 7: 0.8MJ/m2 ad Atzara, 1.0MJ/m2 a Putifigari e valori inferiori a 10MJ/m2 su un sesto dell'isola.
Ancora più bassi i valori di eliofania, con un insolazione media di 7h 23min, inferiore di ben 1h 6min rispetto alla media climatica. La giornata più soleggiata sono state il 30 e il 31 (14h 10min a Macomer) e la più buia il 7, con 0min di eliofania registrata da tutti e tre i sensori disponibili.

Eliofania media 7h 23min
Climatologia 8h 29min
Anomalia media -1h 6min
Media delle ore diurne con cielo coperto 6h 54min
Eliofania massima del mese (30.05.2001) 14h 10min



dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche