Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > riepiloghi mensili > giugno 2001

Riepilogo mensile meteorologico di giugno 2001

Situazione generale
Il mese in esame è stato caratterizzato da condizioni di prevalente stabilità atmosferica. E' stato infatti l'anticiclone delle Azzorre a dominare lo scenario meteorologico sul Mediterraneo occidentale. Solo alcune giornate sono state influenzate dal rapido passaggio di perturbazioni che tuttavia non hanno dato luogo a fenomeni particolarmente rilevanti. Nella giornata del 9 una vasta area depressionaria, estendendosi dalla Scandinavia fino al Marocco, ha determinato sulla nostra regione l'afflusso di aria calda e umida nord-africana. Tale situazione ha determinato cielo velato, con isolate e deboli piogge, fino al giorno 13. Martedì 19 e mercoledì 20 un'area di bassa pressione posizionata a Nord-Est della Sardegna ha prodotto leggera instabilità sul settore nord-orientale, ove si sono registrati isolati fenomeni precipitativi. Infine le giornate di mercoledì 27 e giovedì 28 sono state perturbate dall'evolversi sul Mediterraneo centrale di un campo di bassa pressione che ha dato origine a nuvolosità consistente.


Considerazioni climatiche
Temperature
Temperatura minima Temperatura massimaLe temperature del mese di giugno denunciano anomalie opposte per i valori massimi ed i minimi: mentre i primi si sono mantenuti sopra i valori medi climatici, con anomalie superiori a 2 °C sul versante orientale dell'Isola, le temperature minime sono state lievemente sotto media. In ambedue i casi le carte di anomalia mostrano un gradiente Ovest-Est, la zona più calda essendo il versante orientale della regione, con temperature massime che hanno superato i valori climatici per circa un terzo del mese.
Le punte più alte delle temperature massime si collocano essenzialmente nel periodo che va dal 23 al 27. Il giorno più caldo è stato il 27, quando a Benetutti il termometro ha raggiunto i 39.6 °C; nello stesso giorno altre tre stazioni - Orani, Allai ed Ozieri - hanno registrato 39.0 °C, mentre valori superiori a 35 °C sono stati rilevati su metà del territorio. Il giorno prima erano stati registrati 38.7 °C a Chilivani e 38.3 a Benetutti. Un altro valore particolarmente elevato si è avuto il 16, quando la stazione di Berchidda ha rilevato 38.9 °C.
Le temperature minime più basse sono state registrate nei primi giorni del mese; il valore estremo, pari a 1.0 °C, si è avuto il 4 ad Illorai, mentre a Giave si sono avuti 3.6 °C. Ancora la stazione di Illorai ha registrato 1.3 °C il giorno 8.

Precipitazioni
Precipitazioni PrecipitazioniAssolutamente deficitarie, le piogge del mese di giugno si sono concentrate in tre soli giorni: il 12, il 19 ed il 29, con un'estensione quasi irrilevante (un massimo di appena 5 stazioni, avutosi il giorno 12). La precipitazione più cospicua è stata quella del 19, quando il pluviometro di Benetutti ha raccolto 5.6 mm.
L'evento più esteso, avutosi - come detto - il 12, ha fatto registrare un massimo di 4 mm a Sorso. Il cumulato massimo mensile spetta a Benetutti, che ha raccolto un totale di 6 mm (la precipitazione del 19 ha dunque coperto oltre il 90% del cumulato mensile della stazione); per confronto, la media climatica di questa stazione ammonta a 36.8 mm.


Umidità relativa
Umidità relativaIl contenuto di vapor d'acqua nell'aria è stato inferiore alla media climatica in entrambi i valori. L'umidità minima, in particolare, denuncia un'anomalia che sul Gennargentu è stata inferiore al -20%. Il valore più basso si è avuto il giorno 5, quando l'igrometro di Chilivani ha registrato un tasso di appena 5%. Anche il giorno 1 sono state rilevate umidità relative molto basse: 7% a Siniscola, e valori inferiori al 10% in altre sette stazioni.

Vento
Il mese di giugno è stato poco ventoso. I valori medi, contrariamente alla norma, esibiscono solo una lieve predominanza dei venti occidentali, principalmente al Sud dell'Isola, e presentano un massimo di 9.9 m/s, registrati il 3 ad Aglientu; lo stesso giorno 9.7 m/s si sono avuti a San Teodoro e a Putifigari. Un altro valore di vento medio pari a 9.7 m/s è stato rilevato il 18, ancora a San Teodoro. Il 5 è stato il giorno meno ventoso, con un valor medio che non ha superato gli 1.9 m/s di Siurgus-Donigala, ed una raffica di 12.2 m/s registrata a Sadali.
Il vento più intenso si è avuto invece il giorno 3, con un massimo di 26.3 m/s (94.7 km/h) a San Teodoro, 24.4 m/s ad Arzachena, e valori superiori alla soglia dei 20.8 m/s (burrasca forte) in altre sei stazioni. Il giorno 18, ancora a San Teodoro, la raffica più intensa ha raggiunto i 25.3 m/s, mentre l'anemometro di Siniscola ha rilevato un massimo di 24.9 m/s.

Frequenza del vento medio giornaliero
Frequenza del vento massimo giornaliero

Radiazione ed eliofania
Radiazione GlobaleLa radiazione globale è stata superiore alla media climatica su tutta l'Isola, con un evidente gradiente Nord-Sud. Il cumulato massimo mensile, pari a circa 760 MJ/m2, si è avuto nell'Iglesiente, mentre il valore più basso spetta al Goceano. Il giorno meno luminoso è stato il 12, con appena 7.0 MJ/m2 registrati a Putifigari, Sassari ed Olmedo, mentre il massimo del mese ammonta a 28.6 MJ/m2 e si è avuto il 5 ed il 23 a Sadali.
Decisamente superiore alla norma l'eliofania di giugno, con una media di oltre due ore di sole in più. Il giorno più soleggiato è stato il 22, quando l'eliofanografo di Macomer ha rilevato ben 14h 26min di sole, appena 23 min in meno del massimo teorico, dettato dall'astronomia. Il valore più basso, pari a 2h 3min, è stato rilevato il giorno 10 dallo strumento di Zeddiani.

Eliofania media 11h 45min
Climatologia 9h 44min
Anomalia media +2h 1min
Media delle ore diurne con cielo coperto 3h 4min
Eliofania massima del mese (22.06.2001) 14h 26min



dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche