Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > riepiloghi mensili > ottobre 2001

Riepilogo mensile meteorologico di ottobre 2001

Situazione generale
La presenza di un anticiclone sul Mediterraneo occidentale ha caratterizzato la prima settimana del mese in esame. Dal 6 all'8 moderata instabilità atmosferica è stata causata dalla presenza di una saccatura atlantica che ha convogliato correnti umide dal Nord-Africa, portando alla formazione di corpi nuvolosi accompagnati da piogge sparse.
Già dalla serata di mercoledì 9, però, si è assistito ad un miglioramento grazie alla rimonta dell'anticiclone sull'area del Mediterraneo. Le condizioni meteorologiche si sono mantenute sostanzialmente stabili fino al giorno 19, fatta eccezione per qualche locale addensamento di tipo alto legato a flussi umidi nord africani.
Dal 20 al 23 la Sardegna ha risentito, seppur in maniera marginale, degli effetti legati ad un'area depressionaria presente su gran parte dell'Europa occidentale che ha determinato locali piogge. Da mercoledì 24, però, l'alta pressione ha ripreso vigore, mantenendo cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso sino alle fine del mese.


Considerazioni climatiche
Temperature
Temperatura minima Temperatura massimaOttobre 2001 è stato un mese eccezionalmente caldo, soprattutto per quel che riguarda la temperatura massima, che ha risentito dell'effetto combinato dell'avvezione calda, del cielo quasi sempre sereno e della scarsa umidità nell'aria. L'anomalia di quest'ultima, infatti, si è attestata fra i +3°C sulla coste e i +6°C nelle zone interne. Per le minime, invece, il cielo sereno e la scarsa umidità hanno agito in senso contrario, mitigando in parte l'avvezione calda; quest'ultima ha comunque prevalso, facendo sì che le anomalie si assestassero intorno ai +1°C.
Il flusso d'aria calda ha interessato il mese in modo quasi ininterrotto. Le temperature più elevate, tuttavia, si sono registrate nella prima metà del mese. Il 6, ad esempio, si sono avuti 34.0°C a Siliqua, 33.9°C a Gonnosfanadiga e Benetutti, 33.5°C a Samassi e temperature superiori ai 30°C su due quinti della Sardegna.
I giorni con temperature minime basse sono stati molto pochi. Si possono segnalare, in particolare, il 26 e il 27, quando si sono avuti -0.2°C a Villanova Strisaili, 3.2°C a Illorai, 4.5°C a Giave.

Precipitazioni
Precipitazioni PrecipitazioniLe piogge del mese sono state poche e generalmente isolate. Il cumulato è stato ovunque inferiore al 20% della media mensile; quasi uguale in bilancio del numero di giorni piovosi. Se si considera che ottobre è il primo mese della stagione delle piogge, un risultato di questo genere è importante.
Nessuno dei singoli eventi di pioggia è realmente significativo. Il cumulato più alto è stato 12.8mm a Chiaramonti il 27 ottobre; la massima intensità è stata 7.0mm/10min a Putifigari l'8 fra le 1:50 e le 2:00.


Umidità relativa
Umidità relativaIl persistente afflusso di aria secca e la quasi totale assenza di precipitazioni hanno fatto sì che il contenuto di vapor d'acqua nell'aria fosse decisamente inferiore alla media stagionale. L'anomalia dell'umidità minima, infatti, risulta tra -10% e -15% su quasi tutta l'Isola, con anomalie inferiori sulla parte occidentale, dovuta proprio alla mancanza di quei flussi occidentali che, nei mesi invernali, tengono solitamente più umida questa costa rispetto a quella opposta.
I valori più bassi sono stati misurati tra l'11 e il 14. In quei giorni a Gonnosfanadiga si è avuta un'umidità minima di 14%, a Chilivani, Atzara, Allai e Berchidda di 15% e valori di poco superiori su molte altre parti della Sardegna.

Vento
Pochi sono stati gli eventi di una qualche rilevanza. I venti sono stati generalmente deboli e a carattere locale, quindi privi di vere e proprie direzioni prevalenti.
La giornata più ventosa è stata il 24, con un vento medio di 10.9 m/s misurati a Bitti e un vento massimo di 22.5 m/s a San Teodoro. La massima raffica, invece, è stata misurata ad Aglientu il 20: 26.5 m/s.

Frequenza del vento medio giornaliero
Frequenza del vento massimo giornaliero

Radiazione ed eliofania
Radiazione GlobaleCome si può facilmente dedurre dall'analisi della situazione meteorologica e dalle considerazioni sulle altre grandezze, il mese è stato decisamente soleggiato. La radiazione si è attestata fra il 350MJ/m2 e i 380MJ/m2, con valori più alti nella parte centrale della Sardegna. L'eliofania media, poi, è stata di 8h 18min, e cioè superiore alla media climatica di più di 2h.
I giorni più soleggiati e luminosi sono stati l'1 e il 2: 16.9MJ/m2 a Domus de Maria, 16.5MJ/m2 a Sardara, Modolo e Villanova Strisaili e 16.2MJ/m2 a Nuoro, Illorai e Villasalto. La massima eliofania è stata misurata l'1 a Macomer: 10h 53min. Il 20 è stata invece la giornata più buia: 1h 27min di sole a Zeddiani e 3.4MJ/m2 a Villa San Pietro.

Eliofania media 8h 18min
Climatologia 6h 14min
Anomalia media +2h 04min
Media delle ore diurne con cielo coperto 2h 39min
Eliofania massima del mese (01.10.2001) 10h 53min



dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche