Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > riepiloghi mensili > novembre 2001

Riepilogo mensile meteorologico di novembre 2001

Situazione generale
Gran parte del mese in esame è stato caratterizzato da tempo generalmente instabile. Una perturbazione formatasi sul Golfo di Genova e portatasi poi sulle isole Baleari ha determinato nei primi due giorni cielo nuvoloso con piogge sparse anche moderate. Successivamente al periodo tra sabato 3 e lunedì 5, nel quale la rimonta di un campo di alta pressione ha riportato il bel tempo sulla nostra regione, tutta l'Europa centro-occidentale è stata influenzata da una vasta saccatura con minimi barici in quota sui paesi scandinavi e sul Nord-Africa. Tale situazione ha determinato cielo molto nuvoloso e precipitazioni diffuse anche di forte intensità sino a giovedì 15. Da evidenziare i forti venti da Nord-Ovest, in successiva rotazione verso Sud, registrati nel week-end precedente. Nella giornata di venerdì 16 si è assistito all'approfondimento della perturbazione mediterranea con il minimo sul Nord-Africa, che ha mantenuto instabili le condizioni meteorologiche sulla Sardegna. Piogge diffuse, anche forti sulla parte settentrionale, si sono registrate nel periodo tra sabato 17 e martedì 20. Nei successivi 5 giorni, la situazione meteorologica sulla regione è decisamente migliorata per effetto di un campo anticiclonico sull'Europa centrale, anche se non sono mancate deboli piogge residue principalmente sul settore meridionale. Da notare, inoltre, che flussi di aria fredda provenienti dalla Scandinavia hanno determinato una sensibile diminuzione delle temperature minime e forti venti di maestrale. Infine, gli ultimi quattro giorni del mese sono stati caratterizzati da una saccatura di origine atlantica in transito sul continente, che ha riportato generale maltempo con precipitazioni anche intense.


Considerazioni climatiche
Temperature
Temperatura minima Temperatura massimaIl mese di novembre ha fatto registrare anomalie di temperatura significative solo nei valori minimi; il quadrante nordorientale dell'isola, in particolare, denuncia un'anomalia inferiore a -1 °C. Le temperature massime si sono mantenute invece entro la media climatica praticamente su tutta la regione.
Le temperature sono andate diminuendo con regolarità nel corso del mese; i valori più elevati sono stati dunque rilevati nei primi due giorni: il massimo assoluto, registrato ad Orosei e pari a 24.8 °C, si è avuto il primo del mese; nello stesso giorno, altre diciotto stazioni hanno rilevato temperature superiori a 22 °C, con valori fino a 24.6 °C a Muravera, 24.4 °C a Siliqua e 24.1 °C a Decimomannu. Il giorno seguente, il massimo, pari a 24.3 °C, è stato raggiunto dal temometro di Gonnosfanadiga, mentre 24.2 °C si sono avuti ad Arborea. Un'altra giornata piuttosto calda è stata l'11, con un massimo di 24.0 °C ad Arzachena.
I valori minimi di temperatura hanno fatto registrare numerose gelate, che hanno interessato almeno una stazione al giorno per oltre un terzo del mese. L'ondata di freddo più diffusa si è avuta il giorno 24, quando ben quindici termometri hanno rilevato valori inferiori allo zero, con un minimo di -3.9 °C a Villanova Strisaili, -3.4 °C a Sadali e -3.3 °C a Giave. Il valore più basso è stato però rilevato il giorno 26 sempre a Villanova Strisaili, ed è pari a -4.3 °C.

Precipitazioni
Precipitazioni PrecipitazioniNel mese di novembre sull'isola è piovuto abbastanza spesso, come si evince dalle carte del numero di giorni piovosi, che in buona parte della regione supera del 40% la norma. In particolare, su alcune stazioni costiere del versante occidentale e del Nord è piovuto per oltre metà del mese. Un gradiente analogo è mostrato dalla carta dei cumulati, i quali denunciano tuttavia una penuria di precipitato se confrontati con la norma: ad eccezione delle aree suddette, infatti, ove il valore atteso è stato anche superato, sul resto dell'isola il cumulato totale si è attestato sul 70%-80% della media climatica.
Due i periodi particolarmente piovosi: il primo, dall'8 al 15, ha fatto registrare il massimo mensile, pari a ben 77.4 mm, raccolti ad Aglientu il 15; due giorni prima venivano segnalati 46.6 mm a Luras, 44.2 mm a Berchidda e 37.0 mm a Valledoria; il giorno 10 si è avuta invece la precipitazione più diffusa, che ha interessato oltre il 90% del territorio, con cumulati che hanno raggiunto i 39.0 mm a San Teodoro. Inoltre, per ben quattro giorni di seguito, dal 12 al 15, la pioggia ha interessato oltre tre quarti della regione. La seconda ondata di maltempo è andata dal 17 al 20, ed ha fatto registrare il giorno 18 cumulati di 37.0 mm a Sassari e 48.0 mm a Olmedo.
La precipitazione più intensa, infine, appartiene ancora al primo evento: ben 14.0 mm sono caduti tra le 00:50 e le 01:00 del giorno 11 nel pluviometro di Arzachena; lo stesso strumento ha raccolto in 40 minuti un totale di 32.8 mm di pioggia.


Umidità relativa
Umidità relativaNonostante la discreta piovosità, il contenuto di vapor d'acqua nell'aria non è stato particolarmente elevato, ed i valori minimi denunciano, sul settore meridionale dell'isola, un'anomalia inferiore a -5%. Il giorno 4 è stato il più secco del mese, con un minimo di appena il 17%, registrato dall'igrometro di Allai, mentre altre nove stazioni non hanno raggiunto il 30%.

Vento
Il vento del mese di novembre si è distribuito uniformemente su tutti i quadranti, ad eccezione di una lieve prevalenza, più marcata nei valori massimi, dei venti da Ovest-Nord-Ovest. La giornata più ventosa è stata il 23, che ha fatto registrare un vento medio che ha raggiunto i 13.8 m/s a Bitti e valori moderati sul 30% del territorio; nello stesso giorno il vento massimo ha raggiunto in otto stazioni valori di tempesta, ossia superiori a 24.4 m/s (88 Km/h): in particolare, 28.3 m/s si sono avuti a Domus De Maria, 30.4 m/s a San Teodoro e 32.9 m/s (118 Km/h) a Bitti. Un'altro giorno ventoso è stato l'8, con raffiche fino a 32.2 m/s (116 km/h), ancora a Bitti.

Frequenza del vento medio giornaliero
Frequenza del vento massimo giornaliero

Radiazione ed eliofania
Radiazione GlobaleIl cumulato mensile della radiazione globale risulta inferiore alla media su tutta l'isola, con differenze che raggiungono i 20 MJ/m2 sul Campidano. La prima settimana del mese presenta le giornate più luminose, con un massimo di 11.7 MJ/m2 rilevati il giorno 3 a Nuoro, e 11.6 MJ/m2 a Modolo. Il giorno dopo, le stazioni di Villanova Strisaili e Nuoro hanno raccolto ancora 11.6 MJ/m2. In ambedue i giorni oltre la metà degli strumenti ha segnato cumulati superiori a 10 MJ/m2. Il minimo mensile, pari ad appena 0.2 MJ/m2, è stato registrato nei giorni 10, 23 e 30, rispettivamente dalle stazioni di San Teodoro, Benetutti e Olmedo.
Anche l'eliofania mostra un valor medio leggermente inferiore alla norma. Si noti, tuttavia, che il massimo mensile - rilevato il giorno 4 e pari a 9h 46min - coincide con il valore massimo ammissibile: in quel giorno, dunque, il sole è stato visibile per tutta la durata del dì. Anche dall'eliofania si ricava che i giorni meno luminosi del mese sono stati il 10 e il 30, quando gli strumenti di Zeddiani e Macomer non hanno misurato neanche 1 min di sole, mentre il giorno 23 il minimo è stato rilevato ancora dall'eliofanografo di Macomer, ed ammonta ad appena 9 min.

Eliofania media 4h 01min
Climatologia 4h 37min
Anomalia media -36min
Media delle ore diurne con cielo coperto 5h 45min
Eliofania massima del mese (04.11.2001) 9h 46min



dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche