Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > riepiloghi mensili > maggio 2003

Riepilogo mensile meteorologico di maggio 2003

Situazione generale
La prima settimana del mese è stata caratterizzata dalla presenza di un campo di alta pressione sul Mediterraneo centrale che ha mantenuto il cielo sereno o poco nuvoloso. Dal 6 tutta l'Europa occidentale è stata interessata da una vasta area depressionaria, con un minimo chiuso in quota sulla Penisola Iberica, la cui azione ha indotto un flusso di aria calda e umida nord-africana sul Mediterraneo centrale con conseguente sensibile aumento delle temperature e della copertura nuvolosa di tipo alto. Dalla serata dell'8 si è assistito ad un peggioramento della situazione atmosferica a causa dello spostamento verso Est del minimo barico. Il cielo sull'isola è stato molto nuvoloso con precipitazioni sparse anche a carattere temporalesco.
L'11 e il 12 l'allontanarsi della perturbazione ha permesso il consolidarsi di una nuova cella di alta pressione sul Nord-Africa che ha mantenuto il cielo sereno o poco nuvoloso fino. Dal 13 al 16, l'anticiclone è stato più volte sospinto verso Sud per effetto di una saccatura sull'Europa centro-settentrionale favorendo l'afflusso di aria fredda sulla nostra regione accompagnata da forti venti di maestrale.
Sabato 17 un marcato peggioramento è stato determinato dal rapido transito sulla nostra regione di una profonda saccatura estesa su tutta l'Europa occidentale fino al Nord-Africa. Nei due giorni successivi, però, si è avuto un deciso miglioramento grazie all'aumento del campo di pressione sul Mediterraneo occidentale. Il 20 e 21 la Sardegna ha risentito marginalmente degli effetti una perturbazione in transito sulle regioni centrali del continente: passaggi di corpi nuvolosi anche consistenti sono stati accompagnati da moderati venti di maestrale ma senza piogge.
Successivamente la situazione è migliorata e si è mantenuta stabile fino a domenica 25. La situazione a scala sinottica dell'ultima settimana del mese, però, è stata caratterizzata da un ciclone, localizzato tra le isole Baleari e la Sardegna, in graduale movimento verso Sud-Est fino a raggiungere la Sicilia. Sulla Sardegna il cielo è stato nuvoloso con diffusa attività temporalesca e le temperatura piuttosto elevate.


Considerazioni climatiche
Temperature
Temperatura minima Temperatura massimaLe temperature di maggio sono state piuttosto elevate, in particolare le massime, le cui anomalie medie si sono assestate tra +2°C e +3°C quasi ovunque. La forte stabilità atmosferica di molte notti, tuttavia, ha favorito anche un forte raffreddamento notturno, che, nelle minime, ha compensato l'avvezione calda.
Nell'arco del mese ci sono stati frequenti episodi di temperature eccezionalmente alte. In alcune parti dell'Isola le massime hanno superato in misura consistente la climatologia per circa un terzo del mese. Le giornate più calde in assoluto si sono avute tra il 2 ed il 6 e tra il 29 ed il 31. Il 30, in particolare, si è misurata la massima mensile: 35.7°C a Decimomannu; in quella giornata, inoltre, si sono avute temperature superiori a 30°C su circa due quinti della Sardegna.
Le giornate fredde sono state pochissime. Solo la notte del 16 i termometri sono scesi sotto zero; si è trattato, però, di un evento limitato a due località: Gavoi (-1.7°C) ed Illorai (-0.4°C), sebbene su quasi tutto il resto della Sardegna le minime siano state comprese tra 0°C e 10°C

Umidità relativa
Umidità relativaA causa dello scarso afflusso di aria umida, i valori di umidità relativa sono state piuttosto bassi. La minime si sono assestate tra 35% e 45%, corrispondenti ad anomalie tra -5% e -15%.
Valori di umidità relativa massima eccezionalmente bassi sono stati misurati il 5 e 6 di maggio, quando a Putifigari si è avuto 29%, a Modolo 31%, ad Atzara 32% e a Scano Montiferru 34%. Molto basse anche le minime dei primi giorni del mese, in particolare quelle del 2-4: 5% a Chilivani, 10% ad Atzara e Guasila e 11% a Modolo e Masainas.

Precipitazioni
Precipitazioni PrecipitazioniLe precipitazioni del mese sono stati inferiori alla media, anche in misura consistente. Nella parte occidentale della Sardegna i cumulati si sono mantenuti sotto i 20mm, pari al 40% della media climatologica. Nella parte orientale i valori sono stati un po' più elevati. Solo nel Sarrabus, però, questi valori hanno raggiunto la media climatologica.
Come al solito la situazione è stata meno drammatica per il numero di giorni piovosi che hanno superato l'80% della media su gran parte della Sardegna centro-orientale.
I pochi eventi di una qualche consistenza si sono avuti tra il 27 ed il 30, con punte di 32.8mm a Luras e 31.0mm ad Atzara. La precipitazione più intensa, infine, è stata misurata a Gavoi il 30: 6.6mm/10min tra le 14:10 e le 14:20.

Vento
Oltre ai venti occidentali che da un punto di vista climatologico dominano la Sardegna, il mese di maggio è stato caratterizzato anche da frequenti venti da Est/Sud-Est. L'intensità, invece, è stata prevalentemente debole nei venti medi giornalieri e moderata nei venti massimi.
La giornata più ventosa è stata il 6, quando la media giornaliera ha raggiunto i 14.8m/s a Domus de Maria, 14.6m/s a Masainas e valori superiori ai 10m/s su quasi un quarto dell'Isola. Sempre in quel giorno e in quelle due località, il vento massimo ha toccato le punte massime mensili, raggiungendo, rispettivamente, 30.0m/s e 33.6m/s.

Frequenza del vento medio giornaliero
Frequenza del vento massimo giornaliero

Radiazione ed eliofania
Radiazione GlobaleIl mese di maggio è stato piuttosto soleggiato. La radiazione globale cumulata sull'intero mese mostra valori tra i 620MJ/m2 ed i 680MJ/m2, con valori più elevato sulla parte occidentale della Sardegna. Il confronto colla media climatica (basata sul 1995-2002) mostra un'anomalia che vai dai circa 20MJ/m2 della parte nordoccidentale agli oltre 40MJ/m2 dell'estremo opposto.
Anche l'eliofania risulta elevata. In media si sono avute quasi 10 ore di sole al giorno, contro una climatologia si 8 ore e mezza.
La giornata più buia è stata il 27: l'eliofania è stata di 0min a Zeddiani e Chilivani e la radiazione è stata inferiore a 10MJ/m2 su quasi tutta la Sardegna, sino ad arrivare a 3.9MJ/m2 a Valledoria e 4.1MJ/m2 a Villasalto ed Orosei. La più soleggiata è stata il 24: 13h 54min di sole a Macomer e una radiazione di 27.3MJ/m2 a Villasalto e 27.2MJ/m2 a Modolo.

Eliofania media 9h 52min
Climatologia 8h 29min
Anomalia media +1h 23min
Media delle ore diurne con cielo coperto 4h 25min
Eliofania minima del mese (27.5.2003) 0min
Eliofania massima del mese (24.5.2003) 13h 54min



dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche