Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > riepiloghi mensili > ottobre 2003

Riepilogo mensile meteorologico di ottobre 2003

Situazione generale
L'inizio del mese è stato decisamente perturbato: un'area depressionaria di origine nord-atlantica si è estesa verso Sud investendo tutta l'Italia. Il fronte freddo associato a tale struttura ha portato sulla Sardegna cielo molto nuvoloso, precipitazioni diffuse a carattere di rovescio, venti moderati di maestrale e una sensibile diminuzione delle temperature.
Dopo un temporaneo miglioramento nelle giornate del 6 e del 7, poi, si è assistito al passaggio di una nuova perturbazione che ha determinato piogge sparse e deboli. Dalla serata del 9, però, il tempo è leggermente migliorato; cielo si è mantenuto comunque irregolarmente nuvoloso per alcuni giorni.
Da lunedì 13 si è avuto un nuovo marcato peggioramento dovuto alla persistenza di un'estesa perturbazione su gran parte dell'Europa che ha determinato, anche sulla Sardegna, cielo molto nuvoloso con piogge diffuse. I fenomeni più intensi si sono registrati nelle giornate del 15, del 17 e del 18 quando in numerose zone dell'isola sono stati superati i 50 mm in 24 ore.
A partire dal 20 una nuova area depressionaria presente sull'Europa centro-settentrionale ha contribuito a mantenere perturbata la situazione meteorologica. La saccatura, estesa fino al Mediterraneo, ha stazionato sull'area per il resto del mese causando precipitazioni diffuse e di forte intensità.


Considerazioni climatiche
Temperature
Temperatura minima Temperatura massimaLe massime sono state caratterizzate da una progressiva diminuzione che ha portato dai 25-35°C di inizio mese sino a 13-23°C degli ultimi giorni. Anche le minime sono state caratterizzate da una progressiva diminuzione, sebbene meno marcata rispetto alle massime.
L'1 ed il 2 sono state le giornate più calde, con punte di 35.1°C a Masainas, 34.8°C ad Ottana e 33.6°C ad Ozieri. La giornata più fredda è stata il 25: -0.9°C a Gavoi, +0.4°C a Villanova Strisaili e +1.9°C a Giave.

Umidità relativa
Umidità relativaL'umidità del mese di ottobre è stata superiore alla media, soprattutto nella parte centrale e nordorientale della Sardegna. La distribuzione spaziale dell'umidità minima ha avuto un carattere di tipo invernale, senza i bassi valori nella parte centrale dell'Isola che si osservano d'estate e, in misura più limitata, nel mese di ottobre.
I valori più bassi di massima sono relativi al 7: 55% a San Teodoro. I valori più bassi della minima sono quelli del 2 e del 16: 14% ad Ottana e Gonnosfanadiga e 15% a Gavoi.

Precipitazioni
Precipitazioni PrecipitazioniSu tutta l'Isola, ad eccezione del Basso Campidano, la precipitazione del mese ha superato il 120/140mm distribuita su almeno 10/12 giorni. Nella fascia centromeridionale e sulla costa settentrionale i cumulati sono stati ancora più elevati, pari a più del doppio della media di ottobre. Considerati gli alti valori medi tipici di questo mese si tratta di valori ragguardevoli.
La seconda e la terza decade sono state interessate da piogge quasi ininterrotte che in alcune giornate (17, 18 e 22) si sono estese all'intera regione. I massimi sono relativi al 15 ed al 17: 82.0mm a Jerzu, 65.4mm, 75.8mm a Masainas, 65.4mm a Villanova Strisaili e 53.8mm a Berchidda. Anche il 20 e 21 le piogge sono state abbondanti: 63.0mm a Valledoria, 53.2mm a Sardara e 50.8mm a Sadali.
Nell'arco del mese ci sono stati numerosi episodi di precipitazione intensa: in ben sette giornate si sono registrati intensità superiori a 10mm/10min. Gli episodi estremi sono avvenuti il 13, il 17 ed il 18.Il 13 a Sadali si sono avuti 23.8mm tra le 12:40 e le 13:20 (17.0mm/10min alle 13:00); il 17 alle 23:00 sono stati registrati 18.2mm/10min ad Iglesias; il 18 alle 0:10, infine, 17.4mm/10min sono stati misurati a Siurgus-Donigala.


Vento
Il mese è stato caratterizzato da una certa predominanza dei venti occidentali, in particolare il Ponente. Numerosi gli eventi di vento medio moderato e vento massimo forte.

Frequenza del vento medio giornaliero
Frequenza del vento massimo giornaliero

Radiazione ed eliofania
Radiazione GlobaleLa persistente nuvolosità ha influito pesantemente sul bilancio della radiazione solare e dell'eliofania che sono risultati molto inferiori alla media. Il numero medio di ore di sole, pari a 6h 14min, è risultato inferiore alla media climatologica di circa 2h, mentre la radiazione globale si è assestata sui 240-280MJ/m2 contro i 300-340MJ/m2 della media 1995-2002.
Le poche giornate luminose e soleggiate risalgono ai primi 12 giorni del mese: 10h 46min di sole a Macomer l'11; 15.6MJ/m2 e 15.5MJ/m2 rispettivamente a Villanova Strisaili e Villasalto il 3. La seconda e terza decade, invece, hanno avuto valori decisamente bassi, in particolare il 17 ed il 22 tutti e tre gli eliofanografi hanno misurato 0min di insolazione e i radiometri hanno segnato tra un minimo di 0.1MJ/m2 a Luras ed un massimo di 4.3MJ/m2 a Domus de Maria.

Eliofania media 4h 18min
Climatologia 6h 14min
Anomalia media -1h 56min
Media delle ore diurne con cielo coperto 6h 39min
Eliofania minima del mese (11.10.2003) 10h 46min
Eliofania massima del mese (17 e 22.10.2003) 0min



dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche