Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > riepiloghi mensili > gennaio 2004

Riepilogo mensile meteorologico di gennaio 2004

Situazione generale
I primi giorni del mese sono stati caratterizzati da condizioni di generale maltempo per l'evolversi di una perturbazione di origine nord-atlantica che ha attraversato il Mediterraneo occidentale, portando cielo molto nuvoloso e piogge diffuse localmente di moderata intensità.
Dalla serata del 4 e per tutta la giornata del 5, la rimonta dell'alta pressione ha portato ad un miglioramento delle condizioni meteo con parziale diradarsi della nuvolosità. Nei giorni successivi, la Sardegna è stata interessata dalla formazione e passaggio di numerosi cicloni che hanno mantenuto il tempo variabile con frequenti episodi di venti dai quadranti occidentali.
Dal 17 al 19 un ciclone secondario, originatosi sulle isole britanniche, ha interessato gran parte dell'Europa ed il Mediterraneo occidentale portando diminuzioni di temperatura e deboli precipitazioni. Il 20 tale perturbazione si è portata sul Nord-Africa lasciando il posto ad un altro vasto sistema ciclonico proveniente da Nord. La saccatura nuova ha investito tutta l'Europa centrale con nuvolosità consistente e precipitazioni localmente moderate che, sulla Sardegna, hanno assunto carattere nevoso oltre i 1300 metri. Inoltre, flussi di aria fredda e umida di origine polare determinati dall'azione combinata tra quest'ultima struttura e un campo di alta pressione sulla costa occidentale europea, hanno provocato una sensibile diminuzione delle temperature.
Anche l'ultima settimana del mese è stata caratterizzata da tempo instabile. Nella serata di sabato 24 il fronte freddo associato ad un ciclone sull'Europa centrale è transitato sulla penisola italiana contribuendo a mantenere instabile la situazione meteorologica. Tra il 27 e il 28 l'Europa centro-occidentale è stata interessata da una vasta area depressionaria atlantica, mentre un ciclone secondario ha interessato le regioni italiane. Sulla Sardegna si sono registrate precipitazioni nevose sopra gli 800 metri, forti venti di maestrale ed una sensibile diminuzione delle temperature.


Considerazioni climatiche
Temperature
Temperatura minima Temperatura massimaLe giornate più calde si sono avute nella parte centrale del mese, con valori che hanno superato i 20°C il 13 e 14: 20.8°C a Jerzu, 20.1°C a Muravera e 20.0°C a Siniscola. Le giornate più fredde, invece, sono state il 30 e 31, con minime inferiori a 0°C su più di metà dell'Isola; gli estremi sono stati -8.8°C a Villanova Strisaili, +5.5°C a Sadali e -4.7°C a Nuoro, Orani e Ozieri-Chilivani.

Umidità relativa
Umidità relativaL'umidità è stata in linea colla media: le anomalie delle minime si sono mantenute entro ±10% dalla climatologia. Le zone interne sono quelle che hanno registrato anomalie leggermente superiori alla media, mentre le coste anomalie leggermente inferiori.
L'umidità minima ha fatto registrare i valori più bassi il 30, con 10% a Gonnosfanadiga e 21% ad Allai. Molto bassi anche i valori del 15 sulla costa orientale: 20% a Jerzu, 22% a Dorgali, e 23% a Orgosolo. È altresì interessante notare che in molte situazioni l'umidità minima è stata vicina al 100%, segno che l'umidità si è tenuta al livello di saturazione per tutta la giornata; è interessante segnalare, ad esempio, il 27, in cui questo fenomeno ha interessato poco meno di metà dell'Isola.

Precipitazioni
Precipitazioni PrecipitazioniLe piogge del mese hanno avuto una frequenza in linea colla media climatologica, ma sono state poco abbondanti. I cumulati si sono assestati tra i 60mm e gli 80mm sul centro-nord, corrispondenti al 60-80% della media mensile, e tra i 30mm e i 60mm sul Sud, corrispondenti al 40-60%. Le giornate piovose sono state tra le 8 e le 12 su tutta l'Isola ad eccezione della costa sudorientale sulla quale sono state tra le 6 e le 8. Difficile stimare l'effetto delle due nevicate che hanno interessato l'isola, ma è possibile che abbiano in parte compensato il deficit dei cumulati di precipitazione.
Molti eventi sono stati estesi, in particolare il 2, il 23 ed il 26 le piogge hanno interessato l'intera Sardegna. Il massimo cumulato su 24 ore è stato registrato in Ogliastra il 3: 37.4mm a Jerzu e 36.2mm a Villanova Strisaili. Sempre in quella giornata si è avuta la pioggia di massima intensità: 19.8mm a Jerzu tra le 8:00 e le 8:40, con una punta di 6.4mm/10min alle 8:30. Si è inoltre registrato un massimo di 14.2mm/10min ad Oliena il 7; si tratta tuttavia di un evento sospetto, poiché in quel giorno la stazione ha avuto delle avarie.

Vento
Nell'arco del mese il vento si è manifestato con intensità piuttosto diverse da un giorno all'altro; sia il vento medio che il vento massimo, infatti, si è distribuito in modo abbastanza uniforme tra le classi di intensità. Le direzioni, invece, hanno visto una netta prevalenza dei venti dai quadranti occidentali, in particolare il Ponente.
Il giorno più ventoso è stato il 15, quando un quinto della Sardegna ha avuto venti medi superiori a 10m/s, sino a 16.9m/s a Bitti. Sempre in quel giorno sono stati registrati i massimi del mese: 35.8m/s a Bitti, 33.2m/s a Siniscola, 31.9m/s a San Teodoro e 31.2m/s a Luras. Interessante anche la giornata del 29, quando su tutta l'Isola i venti massimi hanno superato i 20m/s.

Frequenza del vento medio giornaliero
Frequenza del vento massimo giornaliero

Radiazione ed eliofania
Radiazione GlobaleIl mese di gennaio è stato molto più nuvoloso della media. La radiazione globale è stata di 140-160MJ/m2 sulla Sardegna centro-settentrionale e intorno ai 160-200MJ/m2 sulla parte meridionale che corrispondono ad un'anomalia di circa -40MJ/m2 rispetto alla media del 1995-2003.
Anche le ore di sole sono state poche: 3h 4min al giorno che corrispondono ad un'anomalia di -1h 5min. Quest'ultimo valore è particolarmente interessante anche perché riferito ad un mese invernale, la cui eliofania media risente dell'errore sistematico associato alle misure tradizionali.
Il massimo di radiazione è stato misurato il 30 e 31: 11.4MJ/m2 a Domus de Maria, 11.2MJ/m2 ad Iglesias e 11.1MJ/m2 ad Illorai. I minimi sono stati misurati tra il 26 e 27: 0.2MJ/m2 ad Atzara, 0.3MJ/m2 a Benetutti e valori sotto i 5MJ/m2 su tutta l'Isola. L'eliofania massima risale anch'essa al 30 (9h 28min a Macomer) e la minima al 23: 0min in tutti gli eliofanografi.

Eliofania media 3h 4min
Climatologia 4h 9min
Anomalia media -1h 5min
Media delle ore diurne con cielo coperto 6h 26min
Eliofania minima del mese (23.1.2004) 0min
Eliofania massima del mese (30.1.2004) 9h 28min



dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche