Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > riepiloghi mensili > luglio 2005

Riepilogo mensile meteorologico di luglio 2005

Situazione generale
Condizioni di generale stabilità atmosferica hanno caratterizzato il mese in esame. Nelle prime due settimane lo scenario meteorologico in quota ha visto la presenza di un'area depressionaria di origine nord-atlantica sulle isole britanniche, la cui saccatura si è estesa sino a raggiungere la penisola italiana. Al suolo invece, un campo di alta pressione sul Mediterraneo centro-occidentale ha garantito sulla Sardegna cielo sereno o poco nuvoloso. Temporanei annuvolamenti pomeridiani, associati a isolati temporali, sono stati registrati nella giornata di mercoledì 13 sulla Sardegna centro-orientale. Tali fenomeni sono stati determinati dall'afflusso di aria fredda in quota che ha causato una sensibile diminuzione delle temperature e venti di maestrale. Dalla giornata di venerdì 15 il campo di alta pressione si è esteso a tutti i livelli atmosferici: in quota sul Nord Africa e parte del Mediterraneo centro-occidentale, e al suolo sull'Europa occidentale, garantendo condizioni di stabilità atmosferica per i restanti giorni del mese. Nell'ultima settimana l'Europa settentrionale è stata sede di un'area depressionaria che dalla Scandinavia si è estesa sino alla penisola iberica. Tale circolazione ha favorito avvezione di aria calda e umida di origine africana sull'area del Mediterraneo ( le stazionai SAR hanno riportato valori sopra i 40 gradi). Nelle giornate del 30 e del 31 lo spostamento della suddetta area verso Est ha portato alla formazione di un minimo barico al suolo sul nord Italia con conseguente maestrale sulla Sardegna. Ciò ha determinato un abbassamento delle temperature che si sono riportate nei valori medi stagionali.


Considerazioni climatiche
Temperature
Temperatura minima Temperatura massimaCome nel mese scorso, anche a luglio sono stati rilevati valori di temperatura massima superiori alla media, sebbene le anomalie siano meno appariscenti di quelle registrate a giugno: su tutta l'Isola, la differenza con la media climatica risulta infatti compresa tra 1 °C e 2 °C. Le temperature minime, viceversa, si sono mantenute sostanzialmente in linea con la norma.
Due periodi sono stati particolarmente caldi: in ambedue i giorni 17 e 18 le temperature massime sono state superiori a 40 °C in nove località, con punte di 41.6 °C a Benetutti e 42.4 °C a Ottana il 17, 42.0 °C e 42.6 °C il giorno dopo nelle stesse stazioni; tra il 27 e il 29, altri valori elevati sono stati registrati a Ozieri (40.7 °C il 27), a Chilivani (41.1 °C) e Ottana (41.9 °C) il giorno seguente.
Il giorno 11 è stato il più freddo del mese: il termometro ha toccato un minimo di 5.4 °C a Gavoi, e 7°C a Villanova Strisaili.

Umidità relativa
Umidità relativaLa siccità di questo mese di luglio è ben evidenziata dai valori dell'umidità atmosferica, sotto la media in entrambi gli estremi. In particolare, l'umidità minima presenta un'anomalia anche inferiore al 15% rispetto al valore atteso.
Il valore più basso del mese, pari al 7%, è stato registrato il giorno 17 a Chilivani, mentre a Gonnosfanadiga il contenuto d'acqua nell'aria non superava l'8%.



Precipitazioni
Precipitazioni PrecipitazioniAppena tre i giorni di pioggia in tutto il mese, un numero inferiore a quanto atteso anche per un mese generalmente poco piovoso come luglio. In realtà, l'unico evento significativo è quello che il 13 a Villanova Strisaili ha fatto registrare in un solo giorno un cumulato pari quasi a tre volte la media di tutto il mese: 29.0 mm; contemporaneamente il pluviometro di Muravera registrava 27.8 mm, dei quali 20.8 mm caduti in soli 10 minuti. Questo evento ha interessato complessivamente undici stazioni, ma gli unici ulteriori cumulati degni di nota sono gli 8.0 mm di Ottana ed i 14.4 mm di Jerzu. Il giorno dopo, 4.8 mm sono stati raccolti dal puviometro di Oliena.

Vento
Il vento medio sull'Isola si è attestato su valori deboli, con l'usuale Ovest-Nord-Ovest come direzione di provenienza più frequente. Anche il vento massimo non è stato particolarmente intenso in questo mese di luglio: con l'eccezione di Bitti - stazione molto esposta, in quota - su tutta la Sardegna i venti estremi sono stati tra moderati e forti.
Le giornate più ventose sono state il 7 e il 19: nel primo giorno, un vento medio di 13.0 m/s (46.8 km/h) con raffiche fino a 30.7 m/s (110.5 km/h) è stato registrato a Bitti. Contemporaneamente, 8.7 m/s venivano rilevati in media ad Aglientu. Il giorno 19 il vento a Bitti ha soffiato in media a 12.0 m/s, mentre le raffiche hanno fatto rilevare fino a 34.1 m/s. In altri tre giorni del mese, l'anemometro della stazione del Nuorese ha registrato valori massimi superiori al valore di tempesta (24.4 m/s).

Frequenza del vento medio giornaliero
Frequenza del vento massimo giornaliero

Radiazione ed eliofania
Radiazione GlobaleValori superiori alla norma di questo mese sia per la radiazione globale sia l'eliofania. Quest'ultima mostra un'anomalia media di +2h 30min, con un massimo, rilevato il giorno 14, di poco inferiore al massimo teorico, che ammonta a 14h 32min. Il giorno che ha visto meno sole è stato il 18, che ha fatto captare solo 8h 44min a Zeddiani e 9h 47min a Chilivani.
Il cumulato medio della radiazione globale è lievemente superiore al valore atteso. L'energia solare al suolo ha avuto il massimo mensile il giorno 6, quando il sensore di Chilivani ha registrato 30.5 MJ/m2, mentre il valore più basso è stato rilevato il 2 a Domus De Maria, ed ammonta a 12.2 MJ/m2.

Eliofania media 12h 17min
Climatologia 10h 47min
Anomalia media +2h 30min
Media delle ore diurne con cielo coperto 2h 15min
Eliofania minima del mese (14.7.2005) 13h 53min
Eliofania massima del mese (18.7.2005) 8h 44min



dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche