Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > riepiloghi mensili > giugno 2006

Riepilogo mensile meteorologico di giugno 2006

Situazione generale
I primi giorni del mese in esame sono stati caratterizzati dalla presenza di una perturbazione estesa dalla Penisola Scandinava fino al Nord-Africa. Questo ha innescato un ciclone secondario che si è posizionato sull’Italia centrale che ha portato cielo molto nuvoloso e precipitazioni diffuse a carattere temporalesco sulla nostra isola; le precipitazioni, in particolare, sono risultate di moderata intensità sulla Sardegna orientale.
Nei giorni successivi la perturbazione si è spostata verso Est e la sua azione, combinata con quella di un’alta pressione sull’Europa occidentale, ha favorito l’afflusso di aria fredda di origine nordica su gran parte del Mediterraneo centro-occidentale. Sulla nostra regione, pertanto, si è registrata una generale diminuzione delle temperature, significativamente al di sotto delle medie climatologiche del periodo, e venti da Nord-Ovest anche forti. Dalla giornata del 7, la situazione meteorologica è gradualmente migliorata grazie al progressivo spostamento verso Est della perturbazione e il conseguente aumento della pressione al suolo sul Mediterraneo occidentale; tuttavia il flusso di aria fredda è rimasto ancora per alcuni giorni e le temperature si sono mantenute basse.
Dal 12 alla fine del mese in esame si è assistito all’ulteriore espansione e al rafforzamento del campo di alta pressione che è andato via via ad interessare tutta l’Europa centrale. Per i primi giorni questo ha portato condizioni di cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso con venti deboli a regime di brezza. Dal 15 però, si è formata una vasta saccatura in quota estesa dalle isole britanniche sino al Marocco che si è in parte sovrapposta alla Bassa pressione sahariana presente al suolo. Questo ha indotto un flusso di aria calda a tutti i livelli ed un flusso di aria umida negli altri strati. Per tutta la seconda metà del mese, dunque, il tempo sulla Sardegna è stato caratterizzato da temperature molto elevate e copertura nuvolosa medio-alta.


Considerazioni climatiche
Temperature
Temperatura minima Temperatura massima Le temperature massime del mese di giugno sono state decisamente elevate ed hanno superato la media di circa 3°C; i valori sono risultati più elevati nella parte nord-occidentale della Sardegna. Le temperature minime del mese, invece, sono risultate in linea colla media stagionale.
La seconda metà del mese è stata caratterizzata da temperature eccezionalmente elevate che hanno superato la soglia dei 40°C quasi tutti i giorni. Il 27 e 28, in particolare, sono stati raggiunti picchi di temperatura mai registrati a giugno; in particolare si sono avuti 44.3°C (Ottana), 42.6°C (Palmas Arborea), 41.8°C a Jerzu e valori superiori a 40°C su una frazione significativa del territorio regionale. Nella seconda metà del mese anche le minime sono state elevate; fra di esse si segnalano le minime del 19: 27.7°C a Meana Sardo, 25.6°C a Milis e 25.5°C a Giave.
La prima metà del mese (in particolare i primi giorni), invece, ha avuto numerosi giorni con di temperature basse. In alcune notti, in particolare, i termometri sono scesi sino a 0°C, come ad esempio il 5 quando si sono avuti -0.1°C a Gavoi, +0.3°C a Villagrande Strisaili e 1.6°C ad Illorai. Il 2 giugno, infine, si sono avute le temperature massime più basse: 6.6°C sul Supramonte di Orgosolo, 9.2°C ad Illorai e 9.2°C ad Aritzo.


Umidità relativa
Umidità relativa L’umidità del mese di giugno è stata inferiore alla media. Su quasi tutto il territorio regionale si osservano valori di umidità che oscillano intorno al 25%, corrispondenti ad un’anomalia di circa -10/-20%. Fa eccezione la parte nord-orientale dell’Isola, che è stata caratterizzata da umidità più elevate.
Alcune giornate hanno avuto valori di umidità eccezionalmente bassa, sia nelle minime che nelle massime. Il 20, ad esempio, le minime sono scese sino a 5% a Bitti e 7% a Sassari e Samassi, mentre le massime non hanno superato 12% ad Aritzo e 14% a Meana Sardo.
Il 5 e 6, invece, si sono avute le poche giornate umide con valori di minima di 93% ad Illorai e 90% a Macomer, mentre le massime hanno raggiunto 100% quasi ovunque.


Precipitazioni
Precipitazioni Precipitazioni Le precipitazioni del mese hanno mostrato la struttura spaziale tipica del mese di giugno, caratterizzata da valori massimi sul Nord-Est dell’Isola e un andamento decrescente da Nord-Est a Sud-Ovest.
Ma se da una parte la struttura spaziale è stata standard, i cumulati invece sono risultati inferiori alla media: sulla Gallura, infatti, le precipitazioni hanno superato i 20-30 mm/mese; sul resto della Sardegna centro-settentrionale si sono registrati cumulati tra i 10mm/mese ed i 20 mm/mese; sul Campidano e sulla parte meridionale dell’Isola le piogge sono state quasi nulle.
Il numero di giorni piovosi, infine, è stato in linea colla media climatologica sulla Sardegna centro settentrionale (2-3 gg/mese), mentre è stato sotto-media sul resto dell’Isola (0-1 gg/mese).
Tutte le piogge (tranne un piccolo evento) si sono concentrate nei primi quattro giorni di giugno. Il 2, in particolare, si sono avuti i cumulati massimi: 36.0mm/g ad Arzachena e 33.2mm/g a Luras. In quella stessa giornata, ad Olmedo, si sono avuti anche i massimi su 10min: 7.0mm/10min alle 5:50 e 11.6mm/30min tra le 5:40 e le 6:10.


Vento
Il vento medio del mese è stato generalmente debole o assente, mentre il vento massimo è stato generalmente moderato. Globalmente si è trattato di un mese poco ventoso. Si è trattato, poi, di un mese senza direzioni prevalenti e questo è anomalo, perché normalmente c’è una prevalenza dei venti occidentali.
Fra le poche giornate ventose si segnalano il 16 e il 18: in quei due giorni si sono avuti 28.5m/s di vento massimo e 10.6m/s di vento medio, entrambi misurati a Gonnosfanadiga. Numerose le giornate con pochissimo vento: il 23 giugno, il vento medio di Sorso è stato di 0m/s e quello di Zeddiani di 0.1m/s; il 6 giugno, la massima raffica è stata di 3.8m/s a Meana Sardo, 6.2m/s a Valledoria e inferiore a 10m/s su circa il 40% del territorio regionale.

Frequenza del vento medio giornaliero
Frequenza del vento massimo giornaliero

Radiazione ed eliofania
Radiazione Globale Il mese di giugno è stato caratterizzato da valori di radiazione elevati sulla parte centrale e meridionale dell’Isola, con un’area di massima di radiazione integrata sul mese, tra i 730/740(MJ/m2)/mese, nel Sulcis-Iglasiente; sul resto dell’Isola, invece, la radiazione è risultata inferiore ai 700(MJ/m2)/mese, con un minimo di circa 620(MJ/m2)/mese nella Baronia.
La giornata più soleggiata e più luminosa è stata il 14: 14h 11min a Zeddiani e 31.2(MJ/m2)/g ad Aritzo. La giornata più buia, invece, è stata il 2: 1.2(MJ/m2)/g a Dorgali e radiazione globale inferiore a 10(MJ/m2)/g su circa metà dell’Isola.


Eliofania media N.D.
Climatologia 9h 44min
Anomalia media N.D.
Media delle ore diurne con cielo coperto N.D.
Eliofania minima del mese N.D.
Eliofania massima del mese (14.6.2006) 14h 11min



dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche