Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > riepiloghi mensili > ottobre 2007

Riepilogo mensile meteorologico di ottobre 2007

Situazione generale
Nei primi cinque giorni del mese sul Mediterraneo occidentale prevalevano valori medio alti di pressione al suolo. Contemporaneamente la presenza di un minimo barico sulla penisola iberica determinava avvezione calda sull'Italia, facendo registrare temperature decisamente sopra la media sino a raggiungere i 35°C. Sabato 7 la struttura barica della penisola iberica, caratterizzata prevalentemente da vorticità ciclonica in quota, iniziava ad attraversare il Mediterraneo, provocando anche sulla Sardegna rovesci e qualche temporale oltre ad una diminuzione delle temperature. La struttura di vorticità ciclonica in quota persisteva anche nella seconda settimana del mese, alimentata dall'aria fredda sospinta dall'alta pressione presente sulle coste atlantiche.
All'inizio della terza settimana un campo di alta pressione si estendeva su gran parte del Mediterraneo. Ma a metà della settimana lo spostamento verso la Sardegna di un nucleo di vorticità ciclonica in quota, che stazionava da alcuni giorni sulla penisola iberica, dava luogo a locali rovesci.
Sabato 20 l’Europa era interessata da una forte avvezione di fredda, favorita da un'area di alta pressione che si estendeva dalle regioni artiche sino alla penisola iberica. Il brusco abbassamento delle temperatura portava la quota dello zero termico sulla Sardegna a 1400 m circa e precipitazioni nevose si registravano sul Gennargentu. L'avvezione fredda favoriva inoltre la formazione di una vasta area ciclonica a tutti i livelli con centro sull'Italia meridionale.
Mentre l'alta pressione si spostava verso la Russia, sul Mediterraneo persisteva l'area di circolazione ciclonica, alimentata da vorticità proveniente dall'Atlantico. L'avvezione fredda lasciava il posto a flussi caldi e umidi provenienti dai quadranti meridionali, che portavano un aumento delle temperature e piogge sino alla fine del mese.


Considerazioni climatiche
Temperature
Temperatura minima Temperatura massima Le temperature massime del mese sono state di 1°C sopra la media su tutta l'isola. Le minime sono state sotto la media, con -1°C di anomalia sul settore occidentale e -2°C su quello orientale. Le temperature più elevate sono state registrate i primi giorni del mese durante l'avvezione calda: il giorno 3 Ottana 35 °C, Palmas Arborea 34.4 °C, Chilivani 33.3 °C e 1/3 delle stazioni con valori maggiori o uguali a 30°C. Negli stessi giorni sono state registrate anche le minime più alte: il giorno 5 Domus de Maria 21.1°C, Uta e Villa S. Pietro 20 °C. Le temperature più basse sono state registrate il giorno 22 in occasione della forte avvezione fredda: Gavoi -4.6 °C, Orani -3.3 °C, Illorai -3°C, inoltre 1/6 delle stazioni con temperature sotto lo zero. In quei giorni si sono registrate anche le massime più basse: il 21 Orgosolo 4.9 °C, Illorai 6.9 °C, Bitti 7°C.


Umidità relativa
Umidità relativa L'umidità di ottobre è stata in linea con la climatologia, ad eccezione del settore sud-occidentale dell'isola, dove ci sono state anomalie intorno a -15%. Le giornate più secche si sono avute i primi giorni del mese: il giorno 2 2/3 delle stazioni riportavano valori sotto il 40%, con punte a Samassi 8%, Uta e Monastir 12%. I giorni più umidi sono stati a fine mese: il 30 ottobre tutte le stazioni registravano valori sopra il 37% e 1/6 delle stazioni sopra il 90%.


Precipitazioni
Precipitazioni Precipitazioni Il mese di ottobre è stato secco su gran parte dell'isola, salvo la Gallura e la costa sud-orientale. I cumulati mensili sono stati compresi tra i 20 mm/mese ed i 60 mm/mese, ad eccezione della Gallura, con valori compresi tra 60 mm/mese e 110 mm/mese, e la costa sud-orientale con valori tra 60 mm/mese e 130 mm/mese. I cumulati mensili sono compresi tra il 40% e l'80% della media climatologica, salvo sulla Gallura e la costa sud-orientale dove sono in linea con essa. La precipitazione è stata distribuita su un numero di giorni compreso fra 3 e 7 quasi ovunque, fra 7 e 10 su Gallura e costa sud-orientale. I cumulati giornalieri più alti sono stati riportati il 31: Orgosolo 57.8 mm/giorno, Luras 49.6 mm/giorno, Barisardo 47.8 mm/giorno, con piogge estese al 95% delle stazioni, mentre 1/6 di esse riportava valori sopra i 20mm/giorno. Cumulati elevati ci sono stati anche il 7 (Villasalto 46 mm/giorno) ed il 30 (Barisardo 43 mm/giorno). La pioggia più intensa è stata registrata a Berchidda il giorno 17 con 15mm in 10 minuti.


Vento
L'intensità più frequente del vento medio è stata il debole, seguita dalla calma. Fa eccezione la costa sud-orientale dove prevaleva la calma di vento. Le direzioni più frequenti sono state dai quadranti orientali. Per i venti massimi prevaleva il moderato ed il forte, il moderato sulla costa sud-orientale, le direzioni ancora dai quadranti orientali. Le giornate più ventose sono state il 5 dove a Domus De Maria il vento medio ha raggiunto i 18.1 m/s e la raffica i 23.4 m/s (Nord). Il 21 ottobre: a Bitti vento medio di 18.1 m/s e raffiche di 21.1m/s (NO), a Dorgali raffiche di 25.5 m/s (NE), a Siniscola raffiche di 21.3 m/s (Nord). In tutti questi casi comunque la durata dell'evento è stata breve, meno di mezzora. La giornata meno ventosa è stata il 28 con vento medio giornaliero compreso tra i 0.5 m/s di Villanova Strisailis ed i 2.9 m/s di Bitti.

Frequenza del vento medio giornaliero
Frequenza del vento massimo giornaliero

Radiazione ed eliofania
Radiazione Globale Il cumulato mensile di radiazione va dai 290 MJ/m2 della Gallura ai 390 MJ/m2 del Sarcidano. Su quasi tutta l'isola questi valori sono molto vicini alla media climatologica, salvo il Sarcidano dove sono superiori di circa il 20%. Le giornate più luminose sono state i primi del mese in occasione dell'alta pressione. Il giorno 1 i valori più alti erano Aritzo con 20.5 MJ/m2, Meana Sardo con 19.2 MJ/m2, circa 50% delle stazioni registrava valori sopra 15 MJ/m2. Il 2: Aritzo 20.3 MJ/m2, Meana Sardo 18.54 MJ/m2, ancora circa 50% delle stazioni sopra 15 MJ/m2. Le giornate più buie sono state durante la perturbazione di fine mese: il giorno 26 i valori erano compresi tra i 2 MJ/m2 di Uta ed i 5.6 MJ/m2 di Chilivani. Il giorno 29 tra gli 1.93 MJ/m2 di Palmas Arborea ed i 6.19 MJ/m2 di Putifigari.
In questo mese non ci sono sufficienti dati di eliofania.


Eliofania media N.D.
Climatologia 6h 14min
Anomalia media N.D.
Media delle ore diurne con cielo coperto N.D.
Eliofania minima del mese N.D.
Eliofania massima del mese N.D.



dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche