Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > riepiloghi mensili > dicembre 2007

Riepilogo mensile meteorologico di dicembre 2007

Situazione generale
I primi giorni del mese sono stati caratterizzati da veloci avvezioni di vorticità ciclonica dal nord Europa verso il Mediterraneo, accompagnati dalla formazione di minimi sul golfo di Genova. In particolare i più marcati di questi sono stati lunedì 3 e martedì 4 e un secondo sabato 8, che hanno fatto registrare venti di Maestrale forti e molto forti anche sulla Sardegna; il terzo ciclone è arrivato lunedì 13 ed ha stazionato sul Mediterraneo per gran parte della seconda settimana del mese. La presenza dell'alta pressione adiacente alle coste portoghesi accentuava inoltre il gradiente barico associato al minimo sul Golfo di Genova. Alla fine della seconda settimana, mentre l'alta pressione si portava sulla Scandinavia, sul Mediterraneo arrivava un'altra area ciclonica proveniente dal Nord Europa, accompagnata da forte avvezione fredda. Il ciclone determinava nevicate in prossimità dei litorali delle coste adriatiche e nevicate sopra i 400 metri anche in Sardegna, accompagnate da forti venti di Grecale. La struttura ciclonica iniziava a esaurirsi mercoledì 19 mentre si spostava verso il Mediterraneo orientale. Contemporaneamente sulla penisola iberica si formava un vasto ciclone che lentamente si spostava verso il Mediterraneo, dove persisteva sino all'inizio della settimana successiva. La struttura determinava avvezione calda associata a venti meridionali, un aumento delle temperature e deboli piogge anche sulla Sardegna. I giorni 25 e 26 un'area di alta pressione che si estendeva sull'Europa centrale e meridionale determinava tempo soleggiato anche sulla Sardegna. Dopo questa breve tregua un minimo barico sul Nord Africa portava ancora piogge, associate a venti orientali, sui settori meridionale ed orientale dell'isola. Col fine anno, un nuovo ciclone proveniente dal nord Europa raggiungeva il Mediterraneo.

Considerazioni climatiche
Temperature
Temperatura minima Temperatura massima Sia le temperature massime che quelle minime sono state sotto la media, con anomalie di -1 °C su tutta l'isola. I valori più alti sono stati registrati il giorno 2: Barisardo 21 °C, Uta 20°C, Dorgali 19.4°C, Jerzu 18.8°C, con il 75% delle stazioni sopra i 15°C. Valori simili anche il giorno 1: Barisardo 20.8, Uta 20.7 ed il 75% delle stazioni sopra 15°C. I 20 °C sono stati raggiunti anche i giorni 6, 9 e 23. Le temperature più basse sono state registrate il giorno 20, con le gelate seguite alle precipitazioni nevose: Villanova Strisaili -8.3°C (il valore più basso di tutto il 2007), Gavoi -8.2 °C, Illorai -7.4°C ed il 30% delle stazioni sotto lo zero. Valori bassi anche il giorno 19: Villanova Strisaili -6.2 °C, Giave -4.3 °C, Gavoi -4.2 °C ed il 20% delle stazioni sotto lo zero. Il giorno 18, durante la tempesta di neve, sono stati riportati i seguenti valori: Sadali -3.4 °C, Aritzo -0.9 °C ed 1/6 delle stazioni sotto lo zero.

Precipitazioni
Precipitazioni Precipitazioni Il mese di dicembre è stato decisamente piovoso sulla Sardegna orientale e sulla Gallura, secco sul resto dell'isola. I cumulati mensili sono stati compresi fra i 30-40 mm/mese di diverse stazioni del settore occidentale e meridionale e i 260 mm/mese registrati sulle Baronie. Si tratta di valori compresi rispettivamente tra circa il 40% e il 240% della media climatologica. Il numero di giorni piovosi è stato tra 12 e 16 sulla Sardegna orientale e sulla Gallura, tra 6 e 10 sul resto dell'isola. Il cumulato giornaliero più alto è stato registrato il giorno 23 a Siniscola con 105.2 mm/giorno, altre stazioni con valori elevati sono state: Orosei 52.8 m/giorno, Jerzu 34.8 mm/giorno; la pioggia era estesa a oltre il 50% concentrate prevalentemente sul settore orientale e settentrionale. Il giorno 17 i valori pluviometrici più elevati sono stati: Luras 92.8 mm/giorno, Dorgali 91 mm/giorno, Orgosolo 86 mm/giorno, Valledoria e Siniscola 71.2 mm/giorno, con precipitazioni estese al 90% delle stazioni. Da notare che questo è stato uno dei giorni nevosi, perciò i valori pluviometrici delle stazioni oltre i 400-500 metri non hanno registrato pioggia, ma solo neve in fusione. La pioggia più intensa è stata registrata ancora a Siniscola il giorno 23 con 13.6 mm in 10 minuti.
Neve Le precipitazioni nevose sono iniziate sabato 15 e hanno avuto termine mercoledì 19, ma le giornate di maggiore intensità e maggiore estensione spaziale sono state il 17 ed il 18. Riportiamo i valori di altezza massima giornaliera di neve registrata il 19: Orgosolo Olai 38.35 cm, Orgosolo Montes 42.82 cm, Aritzo 50.21.



Vento
L'intensità più frequente del vento medio giornaliero è stata il debole seguita dal moderato; fa eccezione la costa orientale dove prevaleva la calma di vento e quello debole. Riguardo alle direzioni, le frequenze dai quadranti orientali e dai quadranti occidentali erano molto simili. Riguardo al vento massimo prevaleva il moderato ed il forte, con frequenze elevate anche per l'intensità di Burrasca ad eccezione della costa sud-orientale. Come per il vento medio, le frequenze dai quadranti orientali e quelle dai quadranti occidentali si equivalevano. Le giornate in cui il vento medio giornaliero ha superato i 10 m/s sono state 10. Fra queste segnaliamo il 10 con i seguenti valori: Bitti 15.1 m/s, Stintino 12.6 m/s, Aglientu 11.2 m/s e le seguenti raffiche: Jerzu 29.5 m/s (Ovest), Bitti 28.5 m/s (Nord-Ovest), inoltre 2/3 delle stazioni registrava raffiche sopra la soglia di Burrasca ( 17 m/s). Il giorno 3: Bitti 14.5 m/s, Luras 12.2 m/s, Stintino 11.4 m/s, con le seguenti raffiche: Bitti 30.4 m/s (Ovest), Stintino 25.5 m/s (Nord-Ovest), Luras 25.2 m/s (Ovest) mentre circa 2/3 delle stazioni riportava raffiche di Burrasca. La giornata meno ventosa è stata il 24, quando il vento medio giornaliero risultava tra i 0.3 m/s di Valledoria e Villanova Strisaili e i 2.8 m/s di Aritzo, con circa metà delle stazioni sotto la soglia della calma (1.5 m/s).

Frequenza del vento medio giornaliero
Frequenza del vento massimo giornaliero

Radiazione ed eliofania
Radiazione Globale L’integrale mensile della densità di flusso di radiazione è compreso tra i 130 MJ/m2 della Gallura e della Sardegna orientale, inferiore alla media climatologica del 7% circa, ed i 180 MJ/m2 dell'Oristanese e dell'Iglesiente, di poco superiore alla media. Fra le giornate più luminose il giorno 5: Meana Sardo 9.3 MJ/m2, Chilivani 9.2 MJ/m2, Orgosolo 9 MJ/m2 e tutte le stazioni con valori sopra 6 MJ/m2. Il giorno 20: Orgosolo 9.1 MJ/m22, Meana Sardo 8.9 MJ/m2 e tutte le stazioni sopra 6 MJ/m2. La giornata meno luminosa è stata il 15, con valori compresi tra i 0.5 MJ/m2 di Barisardo ed i 2.2 MJ/m2 di Chilivani. L'eliofania media del mese è stata di 3h13min, con 47 minuti al di sotto del valore climatologico. Il valore più alto è stato registrato il giorno 5 a Chilivani, 8h40min, il valore più basso 0 il giorno 15.

Eliofania media 3h 13min
Climatologia 4h 0min
Anomalia media -47min
Media delle ore diurne con cielo coperto 5h 57min
Eliofania minima del mese 0min
Eliofania massima del mese 8h 40min



dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche