Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > riepiloghi mensili > gennaio 2008

Riepilogo mensile meteorologico di gennaio 2008

Situazione generale
Il mese di gennaio si è aperto con una perturbazione sui Balcani il cui ramo discendente ha influenzato l’Italia. Il giorno 3, poi, è stato interessato da un episodio di ciclogenesi alpina; il ciclone ha rapidamente raggiunto la fase matura e dal 4 al 6 ha lentamente attraversato sulle nostre regioni. A partire dal 7 si è assistito alla progressiva rimonta dell’alta pressione che è rimasta sull’Italia sino al 10.
Dall’11 al 18 due perturbazioni atlantiche hanno investito in rapida successione il Mediterraneo: la prima è arrivata l’11 ed ha investito l’Italia tra il 12 e 13; la seconda è arrivata il 15, dopo una breve rimonta dell’alta pressione, ed è rimasta sulle nostre regioni sino al 18. Nei due giorni successivi, infine, l’alta pressione è tornata sul Mediterraneo.
Il 21-23 una nuova ciclogenesi alpina ha investito le nostre regioni. Il 22 il ciclone si è posizionato sul Mar Tirreno, portando forti venti di Maestrale sulla Sardegna. Dal 24 si è nuovamente consolidata l’alta pressione che è rimasta sul Mediterraneo Occidentale sino al 31, quando si è sviluppato un nuovo ciclone mediterraneo.

Considerazioni climatiche
Temperature
Temperatura minima Temperatura massima Il primo mese del 2008 è stato piuttosto caldo, soprattutto nelle temperature massime che risultano superiori alla media di circa +2°C.
Le temperature massime sono state elevate per quasi tutto il mese e i valori estremi sono stati quello del 29: 21.0°C a Dorgali e 19.8°C a Monastir. Tra le massime più basse si segnalano quelle del 13: 1.9°C a Orgosolo-Montes e 4.1°C a Illorai-Foresta Burgos.
Il mese è stato spesso caratterizzato da condizioni che favoriscono forti raffreddamenti notturni ed i molte località i termometri che sono spesso scesi sotto 0°C. Le notti più fredde sono state quelle tra il 25 ed il 27, con punte di: -7.4°C a Villanova Strisaili, -6.8°C a Gavoi, -5.1°C ad Orani e -5.0°C a Giave. Le temperature minime più alte sono state quelle del 7: 15.1°C a Orosei e 15.0°C a Dorgali.
Gran parte delle gelate sono state localizzate, tranne quelle tra il 24 ed il 27 e quelle del 30 che hanno interessato circa due terzi della Sardegna.

Umidità relativa
Umidità relativa minima Umidità relativa massima A partire da questo mese il riepilogo mensile dell’umidità relativa si basa su dei nuovi criteri che permettono di mostrare anche il comportamento dell’umidità massima.
A gennaio l’umidità relativa massima si è assestata tra il 95% ed il 100% su quasi tutto il territorio regionale in almeno una notte su due. L’umidità minima (solitamente osservata durante il dì) è stata generalmente superiore al 50% su gran parte della regione, tranne il Campidano ed alcune parti della Provincia di Nuoro che sono risultate più secche.
Tra le giornate secche si segnalano il 23 e 24, caratterizzati umidità massime di 41% a Barisardo e 55% a Dorgali ed umidità intorno al 10% nel Campidano.

Precipitazioni
Precipitazioni Precipitazioni Dopo un trimestre caratterizzato da piogge legate al regime orientale (privilegiante la parte orientale della Sardegna), il mese di gennaio, seppur poco piovoso, ha avuto piogge legate al regime nordoccidentale.
Sulle province di Sassari e di Carbonia-Iglesias e su parte di quelle di Olbia-Tempio e di Oristano, le piogge hanno superato i 50-60mm/mese, con punte di 70-80mm/mese sulla costa nordoccidentale della Sardegna, distribuiti su 7-9 giorni. Sul resto dell’Isola, si osservano cumulati mensili progressivamente decrescenti dai 50mm/mese citati sopra, sino ai 20-30mm/mese (su 3-4 giorni) di Baronia, Ogliastra, Sarrabus e Gerrei.
Il confronto col clima mostra che i cumulati sono in linea colla media stagionale sul Sassarese, sulla Romangia e sull’Anglona e sono inferiori alla media altrove. In particolare si segnala che sulla parte sudorientale della Sardegna, il rapporto tra il cumulato e la media stagionale è addirittura inferiore al 40%. Il numero di giorni piovosi, invece, risulta in linea colla media nelle province di Sassari, Nuoro ed Oristano ed inferiore alla media altrove.
Neve Le precipitazioni si sono concentrate tra l’1 ed il 6 e tra il 12 ed il 18 gennaio. Il 12 e il 16, in particolare, si sono avute le piogge più intense: 42.0mm/g a Scano Montiferru e 32.0mm/g ad Aglientu, il primo giorno; 34.3mm/g, 29.6mm/g a Valledoria e 29.4mm/g a Scano Montiferru, il secondo giorno.
Le piogge più intense sono state misurate il 15: 5.5mm/10min a Modolo.
Le precipitazioni nevose, infine, sono state rare. Il 12 e 13 sono state registrate nevicate sulla Barbagia e sul Gennargentu ed il manto nevoso ha raggiunto 3.1cm a Orgosolo Montes.

Vento
I venti del mese sono stati generalmente deboli con una prevalenza di circolazioni locali.
Tra le poche giornate ventose si segnala il 22: 13.9m/s di vento medio (da Ovest) a Bitti e 10.2m/s di vento medio (da Nord-Ovest) a Villasalto; 32.6m/s di vento massimo (da Ovest) a Siniscola e 31.8m/s di vento massimo (da Ovest) a Bitti. Il 22, in particolare, il vento di è stato di burrasca per molte ore a Bitti, Iglesias e Siniscola.
Le giornate quasi prive di vento sono state numerose.

Frequenza del vento medio giornaliero
Frequenza del vento massimo giornaliero

Radiazione ed eliofania
Radiazione Globale Il mese presenta un evidente gradiente Nord-Sud nell’integrale mensile di radiazione. I valori, infatti, crescono dai circa 170-180 MJ/m2 del Nord Sardegna ai 220-230 MJ/m2 della parte Sud. Tali valori sono in linea colla media del 1995-2007 sulla metà settentrionale dell’Isola, mentre risultano sopra la media di circa 20 MJ/m2 nell’alta metà. Il numero di ore di sole, invece, risulta in linea colla media.
La giornata più luminosa è stata il 27: 14.1 MJ/m2 ad Aritzo e 13.0 MJ/m2 a Gonnosfanadiga; la più buia è stata il 16: 0.4 MJ/m2 a Valledoria e cumulati giornalieri inferiori a 1 MJ/m2 su metà del territorio regionale. La giornata più soleggiata, infine, è stata il 23: 9h 04min di sole a Chilivani.

Eliofania media 4h 00min
Climatologia 4h 09min
Anomalia media -9min
Media delle ore diurne con cielo coperto 5h 30min
Eliofania minima del mese (04-16.01.2008) 0min
Eliofania massima del mese (23.01.2008) 9h 04min



dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche