Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > riepiloghi mensili > settembre 2009

Riepilogo mensile meteorologico di settembre 2009

Situazione generale
Il mese di settembre si è aperto con un tempo tipicamente estivo: l’Anticiclone delle Azzorre ha stazionato sul Mediterraneo sino al giorno 5, garantendo temperature alte e condizioni di bel tempo sulla Sardegna, tranne qualche temporale pomeridiano sulla parte orientale dell’Isola.
A partire dal giorno 6 si è osservata la rottura del regime anticiclonico estivo ed è iniziato l’autunno meteorologico. Tra il 7 e il 10 una perturbazione ha stazionato sull’Europa e sul Mediterraneo centrale, provocando temporali sparsi e un’avvezione fredda con una conseguente diminuzione delle temperature. L’11 e 12, poi, si è assistito al breve ritorno dell’alta pressione.
Tra il 13 ed il 19 alcune perturbazioni di origine atlantica hanno investito il Mediterraneo, intervallate da un solo giorno di alta pressione. La perturbazione del 14, in particolare, ha anche provocato un episodio di ciclogenesi sottovento alle Alpi che ha causato precipitazioni molto intense sulla parte nordoccidentale della Sardegna.
I giorni successivi, il ritorno dell’alta pressione sul Mediterraneo ha favorito il consolidarsi di una situazione di blocco che sino al 23 ha mantenuto il tempo sulla Sardegna moderatamente perturbato. Dalla serata di quel giorno e per tutto il 24, un intenso ciclone mediterraneo si è collocato a Sud-Est della Sardegna. Tale struttura ha favorito l’afflusso di aria umida e fortemente instabile sulla Sardegna orientale; intense precipitazioni di carattere temporalesco hanno investito quella parte dell’Isola in maniera quasi ininterrotta per due terzi della giornata.
Dal 25 l’alta pressione è tornata sul Mediterraneo e solo il 29-30 ha lasciato spazio ad una nuova perturbazione di origine atlantica.

Considerazioni climatiche
Temperature
Temperatura minima Temperatura massima Le temperature di settembre 2009 sono sostanzialmente in linea colle media climatologiche, senza differenze significative tra le diverse regioni dell’Isola.
La prima settimana del mese ha goduto di temperature estive, mentre il resto del mese è stato caratterizzato da temperature decisamente autunnali. I giorni più caldi in assoluto sono stati l’1 e il 2: le temperature massime sono state superiori ai 30°C su quasi tutta la Sardegna, con punte di 40.0°C a Ottana, 36.9°C a Orani e 36.3°C a Palmas Arborea; le temperature minime sono state superiori a 20°C su un terzo dell’Isola con valori di 23.8°C a Villa San Pietro e 23.6°C a Domus de Maria.
La minima assoluta del mese è stata misurata il 6 a Villanova Strisaili (3.9°C). Le massime più basse sono state quelle del 24: 14.7°C a Orgosolo Montes e 15.7°C a Illorai-Foresta Burgos.

Umidità relativa
Umidità relativa minima Umidità relativa massima Sull’intero territorio regionale l’umidità massima di settembre ha superato il 95% più di metà delle notti. Si tratta di valori superiori a quelli tipici del periodo, legati alle abbondati e frequenti precipitazioni accompagnate da condizioni che favoriscono il mantenimento dell’umidità al suolo.
Tutte le notti del mese l’umidità ha raggiunto il 100% in almeno una stazione. In molti casi, come ad esempio il 19 e il 20, gl’igrometri hanno sfiorato o raggiunto il 100% su quasi tutto il territorio regionale. Ci sono stati, poi, dei giorni in cui l’igrometro non è mai sceso sotto il 100%, come ad esempio il giorno 24 in molte località della Sardegna centrale e orientale.
Tra le giornate secche, infine, si segnala il 5 settembre, con umidità minima di 10% a Villanova Strisaili, 12% ad Aritzo e Usini e valori inferiori a 30% su quasi tutta la Sardegna.

Precipitazioni
Precipitazioni Precipitazioni Il cumulato di precipitazione di settembre 2009 mostra due situazioni distinte. Sulle province di Sassari, Oristano e Medio-Campidano e sulla parte occidentale della provincia di Nuoro, le piogge hanno avuto cumulati tra i 50mm/mese e i 100mm/mese; pur essendo valori superiori alla media climatologica di settembre, non si tratta però di una situazione eccezionale. Sulle province di Tempio-Olbia, Ogliastra, Carbonia-Iglesias e Cagliari e sulla parte orientale della provincia di Nuoro, invece, i cumulati di precipitazione hanno superato in maniera consistente i 100mm/mese, sino agli oltre 200mm/mese della parte sudorientale della Sardegna; in questo secondo caso, dunque, si è trattato di cumulati di precipitazione superiori alla media mensile anche di quattro-cinque volte.
Per quel che riguarda i giorni piovosi, si può osservare che su tutta la Sardegna è piovuto tra i 9 e i 12 giorni. Si tratta di 1.5-2 volte la media climatologica, con punte di 3 volte la media nella Sardegna sudorientale.
Le precipitazioni più intense sono state quelle dell’evento alluvionale del 23-24 settembre. Il 24, in particolare, i cumulati hanno raggiunto i 166.8mm/g a Siniscola, i 113.0mm/g a Orgosolo Montes e i 113.0mm/g a Berchidda.
Un'altra giornata molto piovosa è stata il 14, quando i cumulati hanno raggiunto i 97.2mm/g a Olmedo, 89.4mm/g ad Alghero e i 40.2mm/g a Giave. Pur trattandosi di cumulati di precipitazione minori di quelli del 23-24, questo secondo evento è però eccezionale perché ha investito in Nord-Ovest dell’Isola, sul quale è molto raro che i cumulati giornalieri superino i 50mm/24h.
La massima intensità di precipitazione è stata misurata, invece, il 15 settembre a Decimomannu: 19.8mm/10min alle 14:40 e 42.0mm/40min tra le 14:20 e le 15:00. Il 9 settembre, infine, a Dolianova si è avuto un temporale estivo di particolare intensità con una punta di 17.2mm/10min alle 14:30.

Vento
Il vento medio giornaliero di settembre è stato quasi sempre debole o calmo, senza direzioni di provenienza prevalenti. La massima raffica giornaliera, invece, è stata quasi sempre moderata o forte a seconda delle località.
La giornata più ventosa è stata il 5, quando a Bitti il vento medio ha raggiunto gli 11.3m/s (da Ovest) e la massima raffica i 23.2m/s (da Ovest); sempre in quel caso il vento ha soffiato di burrasca, in maniera intermittente, per alcune ore. Raffiche di una certa intensità sino sono osservate anche il 14: 23.0m/a Domus de Maria (da Nord-Est) e 21.5m/s (da Sud-Ovest) ad Aglientu. Come si può notare, però, ambedue gli eventi sono stati decisamente meno intensi di quelli che solitamente investono la nostra Isola.
Molte giornate hanno avuto un vento debole o assente, come ad esempio il 21, quando il vento medio è stato inferiore a 1m/s su un terzo dell’Isola.

Frequenza del vento medio giornaliero
Frequenza del vento massimo giornaliero

Radiazione ed eliofania
Radiazione Globale La radiazione integrata sul mese risulta compresa tra 410 MJ/m2 e 500 MJ/m2, con valori più elevati sulla Sardegna centro-occidentale. Su questa parte dell’Isola, i valori del mese risultano superiori alla media del 1995-2008, mentre sulla parte orientale si tratta di valori inferiori alla media. Non sono disponibili, infine, abbastanza misure di eliofania per fare una statistica adeguata di settembre 2009.
La giornata più luminosa è stata il 7: 23.9 MJ/m2 a Orgosolo Montes e 13.0 MJ/m2 a Gonnosfanadiga. La giornata più buia è stata il 24 per effetto delle piogge che hanno investito alcune zone ininterrottamente per tutta la giornata; tra i valori più bassi si rileva 0.1 MJ/m2 a Siniscola, 0.2 MJ/m2 a Dorgali Lanaitto e 0.3 MJ/m2 a Nuoro. In tabella sono riportati, infine, il massimo ed il minimo di eliofania tra i 20 valori disponibili.


Eliofania media N.D.
Climatologia 10h 47min
Anomalia media N.D.
Media delle ore diurne con cielo coperto N.D.
Eliofania minima del mese (24.09.2009) 0min
Eliofania massima del mese (17.09.2009) 11h 08min



dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche