Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > riepiloghi mensili > luglio 2011

Riepilogo mensile meteorologico di luglio 2011

Situazione generale
Nei primi due giorni di luglio il tempo sull’Italia è stato condizionato dalla presenza di un ciclone alpino in fase matura. Dopo un breve ritorno dell’alta pressione, una nuova perturbazione di origine atlantica ha interessato le regioni italiane; in questo secondo caso la Sardegna si è trovata nella fase discendente della saccatura ed è stata investita da aria fresca e umida.
Il 6 l’alta pressione ha fatto un breve ritorno sulle regioni mediterranee. Il giorno successivo una perturbazione atlantica si è posizionata sulla Penisola Iberica; l’effetto combinato delle due strutture ha favorito l’afflusso di aria calda sulla Sardegna che ha continuato a venire trasportata sulle nostre regioni per quasi una settimana.
Per tutta la seconda metà del mese, l’area italiana è stata investita in rapida successione da una serie di perturbazioni, intervallate da brevissimi ritorni dell’alta pressione. L’ultima settimana di luglio, in particolare, si è consolidata una situazione di blocco con un vasto ciclone sull’Europa e due alte pressioni sulle regioni atlantiche del Continente e sulla sua parte orientale.

Considerazioni climatiche
Temperature
Temperatura minima Temperatura massima Le medie delle temperature massime di luglio 2011 vanno dai 25-28°C delle zone di montagna ai 32°C del Medio Campidano. Le medie delle minime vanno dai circa 12°C del Gennargentu ai 18°C delle zone costiere dell’Isola. Si tratta di valori al di sotto delle medie del 1995-2006, in particolare le massime che mostrano anomalie di inferiori a -1°C.
Nonostante le medie basse, il mese ha avuto alcune giornate particolarmente calde: tra il 7 il 13 del mese, infatti, le massime hanno superato i 40°C in più occasioni, in particole i giorni 12 e 13, quando questa soglia è stata superata sul 20% del territorio regionale, con punte di 46.7°C a Ottana e 42.6°C a Usini; sempre in quei giorni anche le minime sono risultate elevate, con valori di 24.9°C a Putifigari e 24.5°C a Bitti.
La seconda decade del mese è stata invece molto fredda, con temperature minime che si sono avvicinate a 0°C; le minime assolute sono quelle del 16: 3.5°C a Gavoi e 4.4°C di Villanova Strisaili. La temperatura massima più bassa, infine, è stata di 17.7°C, registrati il giorno 24 sul Supramonte di Orgosolo.

Umidità relativa
Umidità relativa minima Umidità relativa massima L’umidità massima di maggio risulta un po’ ovunque intorno a 90-95%. L’umidità minima è compresa tra circa 20% e circa 35%. Si tratta di valori leggermente superiori a quelli tipici del periodo 1995-2006.
Ogni notte l’umidità massima ha raggiunto il 10% in almeno una località. I valori più elevati sono quelli della notte del 27, cioè immediatamente dopo la pioggia che ha interessato l’intera in maniera più estesa.
I giorni più secchi sono stati i primi del mese, in particolare l’1 e il 3 quando l’umidità relativa massima è stata inferiore a 40% su buona parte della regione. Il 26 e 27 le umidità minime sono stata ovunque molto elevate, con valori intorno a 80-90% sul Nord Sardegna.

Precipitazioni
Precipitazioni Precipitazioni Le piogge di luglio hanno interessato in maniera prevalente il centro-Nord dell’Isola, con valori che vanno dai 10mm/mese ai 40mm/mese, distribuiti tra 1 e 3 giorni. Considerato che questo mese è generalmente caratterizzato da quasi totale assenza di pioggia, i cumulati di luglio 2011 sono da considerarsi decisamente peculiari.
Tra le numerose piogge del mese la più importante è stata quella del 26, quando le precipitazioni hanno interessato tutta la parte centro-settentrionale della Sardegna, con un massimo di 25.4mm/giorno a Usini e Chiaramonti.
Interessanti anche le piogge del 19 giorno, quando a Sassari si è avuto il massimo di intensità: 9.2mm/10min alle 14:00 e 21.2mm/50min tra le 13:40 e le 14:20.

Vento
Il vento medio del mese è stato generalmente debole-moderato, mentre le massime raffiche sono state moderate-forti con frequenti condizioni di burrasca. Si è trattato prevalente mente di venti da Ovest e Nord-Ovest legati alle situazioni meteorologiche a grande scala.
Le giornate più ventose sono state il 24 e 25, con venti medi sino a 10m/s da Nord-Ovest (Putifigari) e raffiche di 26.4m/s da Sud-Ovest (Siniscola). La massima raffica in assoluto, tuttavia, è stata registrata il giorno 20: 27.7m/s da Nord-Ovest a Siniscola.
Tra le giornate con vento quasi assente si segnalano il 30 (massima raffica di 4.1m/s ad Aritzo) e il 22 (vento medio di 0.1m/s a Muravera).

Frequenza del vento medio giornaliero
Frequenza del vento massimo giornaliero

Radiazione ed eliofania
Radiazione Globale La radiazione globale integrata nel mese è stata di 650-700 MJ/m2, mentre l’eliofania media è stata di 11h 10min. In ambo i casi si tratta di valori inferiori alla media.
La giornata più luminosa e soleggiata è stata l’1, per l’effetto combinato dell’assenza di nuvolosità e della maggiore lunghezza del giorno. Il sole è stato presente per 14h 20min e la radiazione ha raggiunto i 32.1 MJ/m2 a Orgosolo Montes e 30.2 MJ/m2 a Zeddiani.
Tra le giornate più coperte e buie, si segnala il 4: 12 minuti di eliofania a Zeddiani e 2h 22min a Chilivani; 6.1 MJ/m2 di radiazione a Uta, 6.3 MJ/m2 a Milis e Chilivani e valori analoghi sul resto dell’Isola.


Eliofania media 11h 10min
Climatologia 10h 47min
Anomalia media -23min
Media delle ore diurne con cielo coperto 3h 22min
Eliofania massima del mese (01.07.2011) 14h 20min
Eliofania minima del mese (04.07.2011) 12min



dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche