Ritorna all'homepage del dipartimento MC
 homepage > pubblicazioni > riepiloghi mensili > settembre 2012

Riepilogo mensile meteorologico di settembre 2012

Considerazioni climatiche
Temperature
Temperatura minima Temperatura massima Le temperature minime di settembre 2012 vanno dagli 8°C delle zone di montagna ai 16°C delle fasce costiere. Le massime del mese vanno dai 22-24°C del Gennargentu ai 28°C delle zone pianeggianti.
Le massime risultano superiori alla media climatologica di più di 1°C nella parte interna dell’Isola e di meno di 1°C lungo le coste. Le minime risultano sostanzialmente in linea col clima.
Numerose giornate hanno avuto temperature massime superiori ai 30°C. Le giornate più calde sono state il 22-2, quando le massime hanno superato i 30°C in molte località dell’Isola, arrivando sino a 39.6°C a Ottana, 38.9°C a Muravera e 38.7°C a Gonnosfanadiga. Le minime meno basse, invece, sono quelle del 28: 23.8°C a Milis e 23.2°C a Muravera.
La giornata più fredda è stata il 20 quando le minime hanno sfiorato gli 0°C: 0.9°C a Villanova Strisaili, 4.6°C a Gavoi e valori inferiori a 10°C su circa un quinto del territorio regionale. Le massime meno alte, infine, sono state quelle del giorno 13: 15.5°C a Illorai e 15.7°C ad Aritzo.

Umidità relativa
Umidità relativa minima Umidità relativa massima L’umidità massima del mese si è assestata in prevalenza intorno a 90-95% nella parte centrale della Sardegna. Si tratta di valori in linea colle medie nella parte orientale ed occidentale dell’Isola e di valori inferiori alla media nella fascia centrale.
L’umidità minima di settembre, invece, mostra un chiaro andamento decrescente da Nord a Sud, con valori da 40-50% nelle province settentrionali sino a 20-30% nel Sud-Ovest dell’Isola. Al Nord si tratta di valori in linea colla media climatologica del mese, nel centro-Sud, invece, l’umidità risulta in linea o di poco inferiore alla media.
Molte giornate sono state secche. Il giorno 20 si sono avute le umidità relative minime più basse: 11% a Sadali e Siurgus-Donigala, 12% a Dolianova e 13% a Monastir.
La giornata più umida è stata il 4, con valori prossimi al 100% di umidità relativa per quasi tutto il giorno in Gallura e nel resto della costa Nord della Sardegna.

Precipitazioni
Precipitazioni Precipitazioni Nel bilancio delle piogge di settembre pesa in maniera preponderante l’evento alluvionale dei giorni tra il 2 e il 5 che ha investito il Nord-Est della Sardegna. I cumulati mensili, dunque, sono compresi tra i 10mm e i 40mm nelle province centro-meridionali dell’Isola e risultano tra i 40mm e i 90mm in Provincia di Sassari. Sulla provincia di Tempio-Olbia, infine, mostrano un gradiente crescente dai circa 50mm agli oltre 200mm. Tali cumulati sono inferiori alla media climatologica sulle province centro-meridionali, mentre sono superiori sino a sei volte sulle altre due province.
Le piogge hanno interessato tra i 3 e gli 8 giorni che è un numero di eventi in linea o superiore alla media.
L’evento del 2-5 settembre ha interessato circa il 20% del territorio regionale. Le piogge eccezionali, però, si sono concentrate tra Gallura e Montacuto. I massimi giornalieri sono quelli del 4 che hanno raggiunto i 178.4mm ad Aglientu e i 141.8mm ad Arzachena. Il giorno 4 la massima intensità su 10min è stata 14.4mm (alle 16:10 ad Aglientu), mentre intensità su 10min molto elevate si sono registrate anche il giorno prima, con 13.8mm a Luras.
Continuando ad esaminare le piogge di Aglientu del giorno 4, se si allarga l’intervallo temporale si arriva sino a 100.4mm tra le 14:30 e le 16:40. Per avere un termine di paragone, si segnala che in occasione dell’alluvione di Capoterra (2008) la massima precipitazione registrata su 2 ore fu di circa 240mm, mentre in occasione dell’alluvione di Villagrande Strisaili (2004) si arrivò sino a 142mm/2ore.

Vento
Il mese di settembre è stato dominato da venti deboli, con massime raffiche in prevalenza di moderata intensità o, con minore frequenza, di debole o di forte intensità. I venti da Ovest o da Sud-Ovest risultano un po’ più frequenti, senza però predominare in maniera preponderante. Nel complesso, dunque, si è trattata di una ventosità tipica delle circolazioni locali di brezza di un mese estivo.
Il giorno più ventoso è stato il 28, con medie sino a 9.4m/s (da Est) ad Iglesias. Le massime raffiche sono state misurate il giorno 13 a Domus de Maria (25.5m/s da Sud-Ovest). Tra le giornate prive di vento si segnalano il 16-18, con venti medi quasi nulli e massime raffiche comprese tra 3m/s e 9m/s.

Frequenza del vento medio giornaliero
Frequenza del vento massimo giornaliero

Radiazione ed eliofania
Radiazione Globale La radiazione integrata nel mese risulta compresa tra 350 MJ/m2 e 400 MJ/m2 sul Nord-Est della Sardegna, mentre è stata compresa tra i 430 MJ/m2 e i 480 MJ/m2 sul resto della Regione. Sulla Gallura la radiazione del mese è inferiore alla media 1995-2011, mentre altrove i valori risultano in media. L’eliofania media è stata di 8h 14min, in linea colla climatologia.
Il 4 è stata la giornata coi valori più bassi delle due grandezze: 46min di insolazione a Chilivani e radiazione integrata sul giorno inferiore a 10 MJ/m2 sul Nord-Est della Sardegna, con un minimo di 3.8 MJ/m2 a Berchidda.
Il massimo di radiazione si è avuta il 20: 20.9 MJ/m2 a Zeddiani e 20.1 MJ/m2 a Palmas Arborea. La massima eliofania, invece, si è avuta a Chilivani il giorno 10: 10h 39min.



Eliofania media 8h 14min
Climatologia 8h 07min
Anomalia media +4min
Media delle ore diurne con cielo coperto 4h 01min
Eliofania massima del mese 10h 39min
Eliofania minima del mese 46min



dipartimento.imc@arpa.sardegna.it © 2018 Arpa Sardegna
note legali e privacy | SardegnaArpa | mappa | statistiche